• RIFORMA DEL TERZO SETTORE, FOCSIV: PLAUSO PER L’APPROVAZIONE DEI DECRETI ATTUATIVI, MA CHIEDIAMO DI NON RIDIMENSIONARE IL RUOLO DELLE RETI.

    Pur con molto affanno, fra luci ed ombre, le nuove regole per gli enti del terzo settore, tra cui le Ong, provano a dare una scossa ad un mondo ormai troppo frammentato: disponendo regole, controlli e trasparenza.

    Roma, 13 maggio 2017. Gianfranco Cattai, presidente FOCSIV dichiara: “Come FOCSIV prendiamo atto che il Ministro Poletti è riuscito a presentare, seppur a pochi giorni dalla scadenza, i decreti destinati a modificare profondamente lo scenario del Terzo Settore che tanta importanza ha assunto nel nostro Paese negli ultimi anni. Come ONG auspichiamo si arrivi ad una precisa e coordinata definizione dei decreti necessari alla concreta attuazione della Legge 106. Siamo convinti che, se ben calibrata, tale nuova normativa consentirà una maggior trasparenza e rappresentazione del lavoro di tanto patrimonio umano della nostra Società. Rimarchiamo, tuttavia, la necessità, per le reti associative rappresentative di ogni realtà consolidata, di poter partecipare attivamente ad ogni fase della realtà del Terzo Settore ed è per tale motivo che, come FOCSIV, chiediamo di voler riconsiderare i parametri dell’articolo 41, per dar modo anche alle reti di ONG di poter svolgere il proprio ruolo di indirizzo e coordinamento e non disperdere un’identità tanto rappresentativa del nostro Paese nello scenario internazionale.”

     

    Ufficio Comunicazione FOCSIV

    Marta Francescangeli

    comunicazione@focsiv.it

    +39.3384731082

  • news_LegaB_sito-riso

    I GIOCATORI DELLA SERIE B SCENDONO IN CAMPO CON GLI AGRICOLTORI DEL NORD E DEL SUD DEL MONDO

    Banner_300_300BSB Solidale per il Disagio Sociale sostiene FOCSIV

    I GIOCATORI DELLA SERIE B CONTE.IT SCENDONO IN CAMPO CON GLI AGRICOLTORI

    DEL NORD E DEL SUD DEL MONDO PER DIRE STOP AL CAPORALATO

    Dal 25 marzo al 25 aprile, ovvero dalla 32esima alla 38esima giornata del Campionato Serie B ConTe.it, Lega B e B Solidale scenderanno in campo al fianco della FOCSIV, Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario, vincitrice del bando nella categoria “Disagio Sociale”.

    La Federazione, di cui fanno parte 78 Organizzazioni che operano in oltre 80 paesi del mondo, promuove in Italia campagne di sensibilizzazione che possano incidere sulle cause della povertà.

    Continua a leggere

  • Foto di Stefano Dal Pozzolo

    Marco, Chiara e Samuel sono i Volontari dell’Anno

    GIORNATA MONDIALE DEL VOLONTARIATO 

    Ambiente, Educazione, Integrazione le tre priorità dell’Agenda 2030 e dei volontari premiati dal  XXIII Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV 2016.

    Continua a leggere

  • ATTACCO A KIRKUK – LA TESTIMONIANZA DEI NOSTRI OPERATORI

    Alle 3,30 di stamane 10 cellule addormentate dell’ISIS presenti a Kirkuk hanno iniziato ad attaccare gli edifici pubblici, le stazioni di polizia. Da ore si spara e i Peshmerga, che hanno il controllo della città, stanno rispondendo al fuoco strada per strada. La gente è sbarrata nelle case, impaurita. Nessuno ha idea per quanto tempo andrà avanti questo attacco. – ha raccontato Jabbar Mustafa coordinatore del progetto FOCSIV ERBIL – Intanto, vi è una grande offensiva a 10 Km da Mosul e qui al campo di Erbil, sebbene sia tutto tranquillo, le persone sono preoccupate poiché sanno che la situazione è difficile e non di immediata soluzione. Le armi non taceranno molto presto, ci auguriamo solo che per la popolazione non si tratti di un’ennesima tragedia.”

    Leggi il comunicato stampa del 19/10/2016

     

    Ufficio Stampa – FOCSIV – Volontari nel mondo

    Giulia Pigliucci 335 6157253 ufficio.stampa@focsiv.it

    Marta Francescangeli 066877867 comunicazione@focsiv.it

  • 3_ottobre_news

    3 anni dalla tragedia di Lampedusa, 11.000 morti dal 2013, nulla è cambiato.

    3 OTTOBRE 2016

    Giornata della Memoria e dell’Accoglienza

    La giornata del 3 Ottobre non è l’occasione per ricordare la tragedia di Lampedusa, la morte di 366 migranti, ma per denunciare, ancora ed ancora, come evidenziato da Papa Francesco, l’irresponsabilità di chi crea le condizioni di queste tragedie e l’indifferenza di molti. Nulla, purtroppo, è cambiato.

    Continua a leggere

  • 8ott_post

    Il Medio Oriente si racconta. Sguardi e voci dall’area.

    Sabato 8 ottobre alle ore 18,00 a Roma nella Sala Spazio D del MAXXI, Via Guido Reni 4, si terrà “Il Medio Oriente si racconta, voci e sguardi dall’area.” un incontro di riflessione che unisce la testimonianza dei volontari impegnati al fianco della popolazione al lavoro di narrazione e di denuncia di quanto accade nell’area mediorientale dei giornalisti.

    Continua a leggere

  • mostra_caesar_post

    Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura. Dal 5 al 9 ottobre al MAXXI di Roma.

    Caesar è un ufficiale del governo siriano che ha trafugato un intero archivio fotografico che documenta le atrocità praticate dal regime di Assad sul proprio popolo. “Nome in codice: Caesar” è il titolo della mostra organizzata da Amnesty International Italia, FOCSIV, Unimed, Un ponte per, Fnsi e Articolo 21 che dal 5 all’8 ottobre porterà al museo Maxxi di Roma una selezione delle 55mila immagini prodotte da Caesar.

    Continua a leggere

  • Premio+CEI

    8×1000 della Chiesa Cattolica promuove, incoraggia e premia il Volontariato Internazionale

    La Chiesa Cattolica riconosce il valore del volontariato internazionale cristiano e promuove il Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV 2016 con un sostegno di 20.000 Euro all’intervento seguito dal Volontario Internazionale premiato, come ulteriore sostegno alla realizzazione delle finalità previste dal progetto stesso.

    Dato questa importante cambiamento si è prorogata al 25 agosto la data ultima per presentare tutte le candidature nelle tre diverse categorie: Volontario Internazionale, Giovane Volontario Europeo e Volontario del Sud, un riconoscimento che vuole premiare gli immigrati che si sono distinti per le attività di co-sviluppo nel proprio Paese d’origine. I premi saranno consegnati in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite il 5 dicembre.

    Continua a leggere

  • SMS_post

    Al via il primo SMS solidale FOCSIV e COLDIRETTI contro il caporalato e per l’agricoltura familiare.

    9 –  18 maggio 2016

    AGRICOLTORI E CONSUMATORI PER L’AGRICOLTURA FAMILIARE IN ITALIA E NEL MONDO.

    SMS 45594 – 2 Euro da cellulare personale o 2 o 5 euro da telefono fisso – #risoxunacosaseria

    Torna per  il 14° anno consecutivo la Campagna nazionale “Abbiamo RISO per una cosa seria” della FOCSIV – Volontari nel mondo a favore dell’agricoltura familiare in Italia e nel mondo insieme, per il secondo anno, a Coldiretti e Fondazione Campagna Amica, con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, la diffusione nei Centri Missionari Diocesani della CEI Missio e come testimonial Antonello Fassari, attore volto storico della campagna, Giancarlo Perbellini, chef pluristellato e, amico della Campagna, Edoardo Raspelli giornalista, scrittore e gastronomo.

    Un’iniziativa che unisce gli agricoltori italiani, i contadini delle aree più povere del mondo ed i consumatori consapevoli per il diritto al cibo e la dignità di chi lavora la terra, contro l’abbandono della terra, il caporalato e la schiavitù di chi sottopaga i prodotti agricoli e il lavoro nei campi. Una vera e propria filiera agroalimentare  per sostenere le piccole comunità rurali, promuovere politiche favorevoli, divulgare la conoscenza del valore dell’agricoltura familiare come risposta alla crisi globale, ai cambiamenti climatici, alle emigrazioni. 

    “La Campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria”, che anche quest’anno si avvale del patrocinio del Ministero delle politiche agricole, si ispira ad un modello di agricoltura fondata su valori e sul rispetto delle persone; unire con un’alleanza, non solo di intenti, il Nord con il Sud, puntando sull’agricoltura familiare, che è una delle prime attività compiute dall’uomo, consente di restituire alle comunità, non solo il diritto al cibo, ma soprattutto la dignità umana; si avvia così un processo di economia territoriale in grado di migliorare la qualità della vita e in questo percorso la solidarietà sa fare la differenza.” – ha ribadito Andrea Olivero, Vice Ministro del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

    Un grande progetto che sostiene in Italia il Villaggio solidale, realizzato insieme a Coldiretti in Puglia, per dare ospitalità agli immigrati sottraendoli allo sfruttamento del caporalato, garantendo loro un regolare contratto di lavoro per la raccolta stagionale del pomodoro nelle imprese agricole Coldiretti, e nelle aree più povere del mondo 38  interventi dei Soci della FOCSIV di agricoltura familiare a favore di 114.248 famiglie di contadini.

    Dal 9 al 18 maggio si può sostenere questo grande progetto donando al 45594 un SMS da 2 Euro al cellulare personale – TIM, Vodafone, WIND, 3, Postemobile, CoopVoce e Tiscali – oppure con una telefonata da rete fissa di casa da 2 o 5 Euro – TIM, Infostrada, Fastweb, Vodafone, Tiscali e TWT. 

    L’intervento italiano, in particolare, vuole mette in evidenza come oggi i lavoratori stranieri siano una parte determinante per la crescita del settore agricolo nel nostro Paese, tanto da contare, secondo i dati della Coldiretti, oltre 300mila gli immigrati impiegati con un regolare contratto in agricoltura.

    L’apporto del lavoro straniero, è pari circa a 1/4 del totale delle giornate di lavoro dichiarate dalle aziende, quindi, quasi un quarto dell’agricoltura italiana è nelle mani degli stranieri in termini di contributo al lavoro. Sono i lavoratori stranieri che contribuiscono in modo strutturale e determinante all’economia agricola italiana  e rappresentano una componente indispensabile per garantire in molte aree del Paese i primati del Made in Italy alimentare, nostro vanto nel mondo. È, soprattutto, il loro impiego nei campi che, come hanno più volte sottolineato Coldiretti e FOCSIV, va salvaguardato da inquietanti fenomeni di sfruttamento illegale del lavoro che umilia e piega la dignità degli uomini, gettando un’ombra su un settore che ha scelto la strada dell’attenzione alla sicurezza alimentare e ambientale.

    “Il modello italiano dell’agricoltura familiare, al centro della Campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria”, è una sfida su cui investire e da esportare ed è possibile grazie anche all’alleanza tra mondo agricolo ed una Federazione di volontariato come FOCSIV. – ha sottolineato Roberto Moncalvo, Presidente Coldiretti – Con il loro lavoro gli imprenditori agricoli italiani hanno posto al centro la persona per costruire una agricoltura di straordinaria qualità con caratteri distintivi unici, con una varietà e un’articolazione che non ha uguali al mondo”ma anche percorsi di accoglienza per i migranti.” 

    14 anni fa FOCSIV scelse il riso, l’alimento tra i più consumati al mondo in particolare tra i più poveri, come simbolo della Campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria”. Oggi è un grande movimento che vede il 14 e 15 maggio in 1000 piazze, nelle parrocchie italiane e nei mercati di Campagna Amica circa 4000 volontari ad offrire pacchi di riso “Roma” 100% italiano della Filiera Agricola Italiana, per una donazione minima di 5,00 Euro. 

    “Partecipare alla Campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria”, anche solo con il semplice gesto di donare un SMS al 45594, significa diventare cittadini consapevoli. – ha dichiarato Gianfranco Cattai, presidente FOCSIV –  Così come quei milioni di chicchi di riso, presenti in piazza a metà maggio, stanno a rappresentare che si può essere attivi nelle scelte che ci riguardano più da vicino, che ci si può liberare dalla schiavitù dei prezzi imposti dalle multinazionali dell’agroalimentare, che gli agricoltori italiani possono dare una risposta concreta al fenomeno del caporalato ed i contadini del Sud possono liberarsi dai condizionamenti dell’agribusiness e non temere l’abbandono della terra grazie all’agricoltura familiare.” 

    La Campagna ha ricevuto un messaggio di incoraggiamento da parte di S.E. Monsignor Nunzio Galantino, Segretario Generale della CEI, nel quale si sottolinea come l’agricoltura familiare sia “un modello che restituisce alle comunità il diritto a produrre, prima di tutto, gli alimenti necessari al proprio sostentamento e, poi, può avviare un processo di sviluppo territoriale che conduce alla democrazia alimentare e, più in generale, all’ecologia integrale.

    Per il diritto al cibo e la dignità di chi lavora la terra.

    www.abbiamorisoperunacosaseria.it #risoxunacosaseria

     

    Media Partner della Campagna sono Avvenire e TV 2000, mentre per il periodo compreso tra il 9 e il 15 maggio RAI Sociale ha concesso la settimana di raccolta fondi.

    L’iniziativa beneficia del sostegno de “IL DIRITTO DI RIMANERE NELLA PROPRIA TERRA”, Campagna per promuovere e garantire a ciascuno il diritto di restare nel proprio Paese vivendo in modo dignitoso, lanciata in occasione del Giubileo della Misericordia da Fondazione MISSIO, FOCSIV e Caritas Italiana su invito della Conferenza Episcopale Italiana. È anche sostenuta da UBI Banca con l’innovativa app UBI Pay che si può scaricare e attivare subito  con l’app UBI Pay per donare il proprio contributo con la semplicità di un messaggio al numero +39 334.2749548 tramite il servizio invio denaro di Jiffy.

     

  • img_post_09.05

    Siria e Iraq: Non lasciamoli soli – L’impegno della Chiesa per il Medio Oriente

    Il prossimo lunedì 9 maggio sarà un a giornata di riflessione, promossa dal quotidiano  Avvenire,  FOCSIV e l’Università Cattolica del Sacro Cuore, nella quale si intende offrire una panoramica che aiuti a capire le radici storico-geo-politiche della complessa realtà e le problematiche relative ai bisogni degli sfollati, dei rifugiati e di quanti sono rimasti in Siria e in Iraq privi dei diritti più elementari, come quello di praticare la propria religione.

    Continua a leggere