• foto coe

    RICUCIRE LA TRAMA DEL VIVERE INSIEME: IL COE NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

     

    Un Presidente, Joseph Kabila, che rimane in carica nonostante il suo mandato sia scaduto da tempo; una milizia tribale in rivolta contro le forze governative, nella recrudescenza di scontri che hanno lasciato sul terreno almeno 400 vittime; il sequestro e l’omicidio di due esperti ONU, inviati per indagare sulle fosse comuni rinvenute nel Paese: è la miscela che ha determinato una nuova situazione umanitaria drammatica nella Repubblica Democratica del Congo (RDC). È in questo scenario che COE-Associazione Centro Orientamento Educativo, socio FOCSIV , è attivo da oltre 30 anni con presidi sanitari, attività socio-educative e sostegno per il reinserimento scolastico.

    Continua a leggere

  • fusioni agribusiness

    Corsa alla fusione nell’agribusiness: l’appello per scongiurare ulteriori concentrazioni di mercato

     

    Tra gli innumerevoli ostacoli sulla strada dell’implementazione su larga scala di un modello di agricoltura sostenibile, il maggiore è certamente l’incipiente corsa alla fusione tra le grandi industrie agroalimentari.

    La concentrazione delle leve economiche in poche mani, e l’ abnormità del potere di influenza sul mercato di riferimento che da quella concentrazione naturalmente deriva, costituiscono una gravissima minaccia per tutte quelle realtà, più che mai attive sul territorio, che tentano tra mille fatiche di dar forma e sostanza a piccole economie di scala, rispettose dell’ambiente e di genuini processi produttivi.

    Continua a leggere

  • TTF 1

    TASSA EUROPEA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE PER RIDARE ALL’EUROPA UN’ANIMA SOCIALE

     

    Alla vigilia del Vertice di Roma, occasione in cui i Leader dei Paesi UE si apprestano a celebrare il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma e discutere del futuro dell’UE, oltre 7.000 organizzazioni della società civile da 30 Paesi Europei hanno inviato una lettera congiunta ai leader dei 10 Paesi Membri impegnati da tre anni nel negoziato per l’introduzione di una Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF). Il futuro dell’UE passa anche dall’adozione di misure come questa che rappresentano una risposta concreta alle istanze dei cittadini sempre più schiacciati da politiche che privilegiano il potere di pochi a discapito del benessere di tutti.

    Continua a leggere

  • in un altro mondo

    “IN UN ALTRO MONDO”: STA PER PARTIRE LA IV EDIZIONE

    Saranno i più poveri della terra al centro della vita di 4 giovani ai quali sarà chiesto di misurarsi concretamente con 4 valori da non dimenticare: solidarietà, altruismo, condivisione e fraternità. CEI e Caritas Italiana annunciano così la IV edizione del progetto In un altro mondo con il quale si vincono gioie e fatiche, sorrisi e sudore.

    Rivolto ai giovani dai 20 ai 30 anni, le iscrizioni partiranno il 26 marzo online per concludersi il 27 aprile. In palio un mese nelle periferie del mondo dove l’8xmille destinato dagli italiani alla Chiesa cattolica può fare la differenza, e restituire dignità umana. Infatti i giovani vincitori saranno accolti da strutture sostenute con queste risorse, nelle quali non vivranno come ospiti ma come amici venuti da lontano, sapendo che dovranno essere pronti a condividere momenti di allegria e di lavoro con chi vive e abita in quei luoghi.

    Continua a leggere

  • dir umani

    ASSICURARE IL PRIMATO DEI DIRITTI UMANI NELLE POLITICHE DI COMMERCIO E DI INVESTIMENTO

     

    Se è vero che il campo dei diritti umani non necessariamente confligge con quello degli obblighi e degli accordi commerciali, è altrettanto vero, come notano molti commentatori e osservatori politici, che gli accordi commerciali e di investimento possono portare a misure politiche e di governo con un impatto negativo sul pieno godimento dei diritti umani e la capacità di rispettare, proteggere ed attuare questi diritti.

    Continua a leggere

  • News armi

    PARLARE DI PACE SEMINANDO LA GUERRA: IL COMMERCIO DI ARMI CRESCE SEMPRE DI PIU’

     

    Avviare programmi umanitari, condannare duramente le campagne militari, mettere all’indice la guerra come il peggiore dei mali: e poi, come se niente fosse, ricominciare tranquillamente ad esportare armi. È triste la realtà dei fatti che emerge da un rapporto di SIPRI, un gran lavoro di raccolta dati che analizza importazioni ed esportazioni dei principali armamenti.

    FOCSIV con la campagna Humanity – Essere umani con gli esseri umani denuncia l’ipocrisia degli Stati e delle grandi imprese che si arricchiscono con la vendita di armi, fomentando violenza, crisi, guerre, morti, sfollati e rifugiati.

    Continua a leggere

  • migration

    FLUSSI MIGRATORI IN GESTIONE ALLA LIBIA: DIRITTI UMANI IN SECONDO PIANO

     

    La politica dell’Unione Europea in materia di gestione dei flussi migratori ha preso una direzione preoccupante. La Comunicazione della Commissione sul Mediterraneo centrale (25.01.17), le Conclusioni del recente vertice di Malta (03.02.17) e le Conclusioni del Consiglio (06.02.17) tracciano con chiarezza una rotta politica ben definita: fermare i flussi migratori attraverso la Libia.

    Continua a leggere

  • don aldo ok

    ADDIO A DON ALDO BENEVELLI, FONDATORE DI LVIA: IL RICORDO DI GIANFRANCO CATTAI

     

    Don Aldo Benevelli, sacerdote partigiano di Cuneo, fondatore della Lvia nel 1966 , cofondatore della Focsiv nel 1972. Giornalista, nel ‘45 partecipa all’uscita del settimanale cattolico cuneese La Guida. Nel 1971 avvia la Caritas diocesana di Cuneo. Alcune delle mille iniziative che hanno visto la dinamicità e la determinazione di don Aldo. Chi ha avuto modo di frequentarlo può sicuramente testimoniare che una delle sue caratteristiche è sempre stata la creatività nel prodigarsi nel servizio agli uomini, soprattutto agli ultimi, ai dimenticati, ai più deboli. Un servizio da assicurare nel rispetto dei contesti storici e geografici, con  continuità e coerenza.

    Continua a leggere

  • CCP_NEWS

    CORPI CIVILI DI PACE: INAUGURATA UNA NUOVA ERA DEL SERVIZIO CIVILE ITALIANO

    Roma 17 febbraio 2017

    Comunicato stampa

    Corpi Civili di Pace:

    si è inaugurata una nuova era del Servizio Civile italiano per percorsi di riconciliazione tra i popoli

     

    Si sono chiusi nei giorni scorsi i termini ultimi per il primo Bando dei Corpi Civili di Pace per il quale sono giunte più di 800 candidature a fronte di 86 posti messi a disposizione. I giovani selezionati potranno partecipare a progetti finalizzati, sia in Italia che all’Estero, alla costruzione di percorsi di “riconciliazione” tra i popoli, in luoghi dove ci sono conflitti di tipo ambientale, sociale, culturale, etnico, religioso. Una sperimentazione che mette le basi ed offre elementi di valutazione in grado di rendere strutturale l’esperienza dei Corpi Civili di Pace anche per i prossimi anni.

    Continua a leggere

  • mercato vista dall'alto

    FOCSIV FIRMA CONTRO LA CHIUSURA DEL MERCATO DEL CIRCO MASSIMO: LA LETTERA DI GIANFRANCO CATTAI

     

    Una petizione da 4500 firme, raccolte tra venerdì e domenica: questa la straordinaria risposta dei cittadini romani alla decisione, disposta dal comune di Roma, della chiusura del Mercato degli Agricoltori al Circo Massimo di Roma.

    Una realtà, quella del Mercato di San Teodoro, composta da 55 aziende che hanno aderito a Campagna Amica, progetto della Coldiretti volto alla salvaguardia della “provenienza ed italianità” dei prodotti. Dal 2009 il Mercato ha costituito un porto sicuro per migliaia di famiglie, che hanno potuto fare la spesa in un vero e proprio presidio dell’agricoltura a chilometro zero, che fa del rispetto dell’ambiente e della biodiversità i suoi principi fondativi.

    FOCSIV unisce la sua voce alle tante altre che, in questi giorni, stanno duramente contestando una decisione ingiusta e controproducente; per questo il presidente Gianfranco Cattai, tra i primi firmatari della petizione, ha voluto esprimere la sua vicinanza e il suo sostegno a Carlo Petrini – presidente della Fondazione Campagna Amica – con una lettera accorata di sostegno nelle proteste contro la chiusura del Mercato del Circo Massimo.

     

    Scarica la lettera di Gianfranco Cattai