• conferenza onu

    RACCOMANDAZIONI FOCSIV SULLA CONFERENZA ONU SUI FINANZIAMENTI ALLO SVILUPPO

  • PARADIGM SCHIFT, DALLA FINANZA ALLA DEMOCRAZIA ALIMENTARE

    VTM Paradigm ShiftVolontari e terzo mondo 1-2/2014 . Nell’editoriale, con cui si apre la pubblicazione, si pone l’accento su come da oltre 50 anni le organizzazioni aderenti alla CIDSE – ovvero la rete internazionale di agenzie di sviluppo cattoliche che lavorano insieme per la giustizia globale – lottino per una vita dignitosa per tutti, per un accesso equo alle risorse, per la libertà e la pace. In particolare nel contributo di Bernd Nilles e Denise Auclair si spiega come nonostante stentino ad arrivare riforme radicali a livello politico e sociale per un cambiamento sistematico, il processo di trasformazione a livello culturale per costruire un mondo nuovo abbia avuto inizio.

    Continua a leggere

  • Quaderno 62

    AIUTI E FINANZIAMENTO PER LO SVILUPPO

     

    Nel 2008 la comunità internazionale ha avuto modo di riunirsi per affrontare la questione degli aiuto e del finanziamento per lo sviluppo in ben tre conferenze intergovernative: il Terzo Forum di Alto Livello sull’efficacia dell’aiuto allo sviluppo svoltosi ad Accra ad inizio settembre, l’Evento di Alto Livello delle Nazioni Unite sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio svoltosi a New York nel settembre 2008 e la Conferenza Internazionale di Doha di fine 2008 per valutare quanto realizzato del Consenso di Monterrey (Monterrey Consensus, MC) adottato nel 2002.

    Seppur rapidamente abbiamo voluto introdurre argomenti e problematiche trattate con maggiori approfondimenti e soprattutto con maggiori competenze all’interno di questo strumento predisposto da FOCSIV. Forse, non senza ardire, potremmo concentrare l’obiettivo e i contenuti di queste pagine a seguire in due semplici concetti: se fosse vero che la crisi finanziaria mette in discussione la capacità dei Governi di recuperare dai bilanci le risorse da destinare allo sviluppo, non possiamo che ricordare agli stessi decisori politici come i denari investiti per il salvataggio delle banche o per gli investimenti militari, dimostrano che quando c’è la volontà politica le risorse si possono rapidamente trovare; se ciò non bastasse, allora ci spetta il dovere di rammentare che la società civile e le ONG hanno da tempo proposto percorsi alternativi – come le fonti innovative di finanziamento, le tasse di scopo, la lotta ai paradisi fiscali, una maggiore cooperazione fiscale internazionale – che oltre ad essere strumenti efficaci per impostare una riforma strutturale dell’architettura finanziaria internazionale più sana e più giusta, possono contribuire sostanzialmente a rendere disponibili risorse per salvare centinaia di milioni di vite umane.

  • Strumenti 21/2008

    OBIETTIVO 8 “sviluppare un partenariato globale per lo sviluppo”

    Ripensare la strategia globale

     

    Nel 2000, in occasione del Summit del Millennio, tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite si sono impegnati a raggiungere, entro il 2015, gli 8 Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDGs). Questi, insieme alla Dichiarazione del Millennio, sono diventati un quadro di riferimento per le politiche volte al raggiungimento dello sviluppo ed uno strumento utile per i Paesi in via di Sviluppo e per i paesi donatori che hanno concordato di lavorare insieme per costruire un futuro condiviso da tutti.

  • Strumenti 20/2008

    Accra 2008: Third High Level Forum on Aid Effectiveness

    La posizione della FOCSIV

     

    Una cooperazione allo sviluppo effettiva è un traguardo importante per tutti gli attori che lavorano nello sviluppo. Tuttavia, l’attuale agenda degli aiuti definita dalla Dichiarazione di Parigi del 2005 sull’efficacia degli aiuti e l’armonizzazione, limita il dibattito concentrandosi sull’efficienza della erogazione dell’aiuto in modo tecnocratico e apolitico.

  • Strumenti 22/08

    Teniamo vivo lo spirito di Monterrey

    Conferenza internazionale di follow-up sul finanziamento per lo sviluppo Doha 2008

    La posizione della FOCSIV

     

    La Conferenza del 2002 sul finanziamento per lo sviluppo di Monterrey fu organizzata per elaborare una ferma risoluzione e delle chiare strategie di finanziamento per attuare tutti gli impegni sottoscritti fino ad allora nei summit delle Nazioni Unite, a Rio de Janeiro (1992), Vienna (1993), Cairo (1994), Pechino (1995) e Copenaghen (1995). Il Summit del Millennio del 2000 e la conseguente formulazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio molto simbolicamente si aggiunsero al sentimento che un’azione urgente era necessaria per “assicurare che il XXI secolo diventasse il secolo dello sviluppo per tutti”.