• La FOCSIV per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile

    A vent’anni dalla Conferenza sullo Sviluppo Sostenibile tenutasi a Rio de Janeiro nel 1992, da molti considerata uno tra gli appuntamenti più significativi dell’ONU, nella stessa megalopoli brasiliana la comunità internazionale torna a riunirsi dal 20 al 22 giugno per fare un bilancio di quanto realizzato nelle due decadi passate e per accordarsi su come procedere nel prossimo futuro.

    Continua a leggere

  • Volontariato internazionale: sfide, impegni, prospettive

    VTM_3_2011Volontari Terzo Mondo 3/2011

    Il numero si apre con un editoriale sulla necessità per il volontariato internazionale di operare scelte coraggiose e di instaurare nuove relazioni per costruire un futuro di speranza. Segue una riflessione sulla storia delle ONG e sul significato del rinnovamento della loro forma che non significa tradire nella sostanza i valori e i principi dei fondatori, un approfondimento sulla figura di nuovi volontari contro la crisi economica, e un contributo sul volontariato internazionale quale strumento per rendere operativo il principio cristiano di sussidiarietà e per sostenerlo.

     

    Continua a leggere

  • VOLATILITÀ DEI PREZZI ALIMENTARI

    Conseguenze sul diritto all’alimentazione

    Raccomandazioni CIDSE/FOCSIV – settembre 2011

    La recente crisi alimentare ha dimostrato dolorosamente tutta l’inadeguatezza del nostro sistema alimentare ed i picchi clamorosi dei prezzi confermano ancora una volta che il cibo non può essere considerato un bene qualsiasi. Fame e malnutrizione sono inaccettabili. Quasi un miliardo di persone soffre la fame ed il 16% dell’umanità è gravemente malnutrita, mentre viene sprecato circa un terzo del cibo prodotto in tutto il mondo.

    Continua a leggere

  • Modulo formazione per operatori e per immigrati sul diritto alla salute e l’accesso ai servizi socio-sanitari

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sancisce all’interno della propria Costituzione adottata dalla Conferenza Internazionale della Sanità tenutasi a New York, nel 1946, la definizione della correlazione tra diritti e salute: “La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non solamente assenza di malattia o infermità. Il possesso del livello di salute più elevato possibile è uno dei fondamentali diritti di ogni essere umano senza distinzione di razza, religione, credo politico, economico o condizione sociale. La salute di ogni persona è fondamentale per il raggiungimento della pace e della sicurezza e dipende dalla completa cooperazione tra individui e Governi…”

    Continua a leggere

  • Ricerca sulle norme e sugli strumenti adottati dagli stati europei a sostegno del Volontariato

    Il Volontariato Internazionale di ispirazione cristiana, nei suoi 40 anni di vita, ha sempre accompagnato l’impegno concreto con una attenta riflessione interna per interrogarsi sul modo di incarnare, alla luce dei segni dei tempi, i principi ispiratori della sua azione. Questa la ragione per la quale in diverse occasioni sono stati prodotti documenti, frutto dell’analisi del contesto interno ed esterno e del confronto con i valori fondanti il volontariato, che fungessero da guida e riflessione nell’operatività e nell’indirizzo di strategie da attivare.

    Continua a leggere

  • Diritti Umani e Imprese. Quale imprenditorialità per il futuro?

    VTM_1_2_2011Volontari e Terzo Mondo  1-2/2011

    Il numero si apre con una riflessione sulla necessità di una alleanza a “condizioni vincolanti” tra settore privato e cooperazione allo sviluppo. Segue una spiegazione sulle procedure speciali del consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite, e un approfondimento sulle ragioni del dibattito in sede ONU su diritti umani e imprese che analizza in particolare la posizione dell’Unione Europea e dell’Italia.

     

    Continua a leggere

  • La Tassa sulle transazioni finanziarie (FTT) per le persone e il pianeta

    gestiti da: il Fondo verde per il clima delle Nazioni Unite

    realizzati tramite: un’azione intersettoriale e coordinata

    obiettivi: comunità vulnerabili, rispetto dei loro diritti sociali e ambientali

    Continua a leggere

  • 2015: Cinque anni per costruire un partenariato vincente per lo sviluppo

    Nel 2000 i leaders mondiali hanno sottoscritto un impegno storico per conseguire il raggiungimento di una serie di obiettivi globali con lo scopo di abbattere la povertà entro il 2015: gli Obiettivi di sviluppo del millennio delle Nazioni Unite (MDG). Questi obiettivi costituiscono da allora un importante quadro di riferimento per la risposta internazionale alla povertà nel mondo in via di sviluppo.

    Continua a leggere

  • Paradisi Fiscali: Bilancio del G20 in 12 domande

    La nostra epoca è segnata da promesse non mantenute. Fare un bilancio degli impegni è dare peso alla parola pubblica. Questo esercizio partecipa alla riabilitazione del politico alla quale CCFD – Terre Solidaire vuole contribuire. Il Summit dei G 20 di Londra, 2 aprile 2009, doveva tradurre in fatti le intenzioni rese pubbliche a New York il 15 novembre 2008, in occasione della prima riunione delle 20 maggiori economie del mondo a livello di capi di Stato. Il Summit ha fatto della fine dei paradisi fiscali il suo cavallo di battaglia n° 1. Per CCFD – Terre Solidaire, la posta in gioco è significativa in quanto i Paesi in Via di Sviluppo sono le principali vittime dei paradisi fiscali.

    Continua a leggere

  • Clima e Povertà Un business inusuale

    È ormai ampiamente accettato che il finanziamento per l’azione contro i cambiamenti climatici nei paesi in via di sviluppo sia un elemento essenziale per un accordo completo post-2012 sul clima. Il finanziamento per il clima è una delle poche aree in cui la Convenzione a Copenhagen ha fatto progressi. L’Accordo di Copenhagen, benché non sia stato riconosciuto legalmente dall’UNFCCC, promette 10 miliardi di dollari l’anno dal 2010 al 2012, per arrivare fino a 100 miliardi l’anno a partire dal 2020.

    Continua a leggere