• PARADIGM SCHIFT, DALLA FINANZA ALLA DEMOCRAZIA ALIMENTARE

    VTM Paradigm ShiftVolontari e terzo mondo 1-2/2014 . Nell’editoriale, con cui si apre la pubblicazione, si pone l’accento su come da oltre 50 anni le organizzazioni aderenti alla CIDSE – ovvero la rete internazionale di agenzie di sviluppo cattoliche che lavorano insieme per la giustizia globale – lottino per una vita dignitosa per tutti, per un accesso equo alle risorse, per la libertà e la pace. In particolare nel contributo di Bernd Nilles e Denise Auclair si spiega come nonostante stentino ad arrivare riforme radicali a livello politico e sociale per un cambiamento sistematico, il processo di trasformazione a livello culturale per costruire un mondo nuovo abbia avuto inizio.

    Continua a leggere

  • Nuovi principi sugli investimenti responsabili per l’agricoltura

    VTM12_2013Volontari e Terzo Mondo 1-2/2013

    Nell’editoriale, con cui si apre la pubblicazione, si pone l’accento sul fatto che la situazione della sicurezza alimentare nel mondo è relativamente migliorata, ma la dimensione della malnutrizione continua a rimanere inaccettabile. Di fatto si sta profilando un passaggio epocale dal periodo dell’abbondanza a quello della scarsità che apre scenari di nuove povertà e conflitti. La terra è sempre più scarsa e oggetto di interessi diversi e tra loro in conflitto, a discapito delle comunità locali e dei più deboli.

     

    Continua a leggere

  • Microcredito, una risposta per garantire il futuro

    VTM_12_2012Volontari e Terzo Mondo 1-2/2012

     L’attuale momento storico-sociale evidenzia importanti forme di ineguaglianza e di esclusione economica e sociale: una di esse    è la difficoltà di accesso al credito, per cui i cosiddetti soggetti “non bancabili”, cioè le persone – italiane e straniere – che            mancano di determinate garanzie, non possono accedere al credito tradizionale.

    Continua a leggere

  • Chi nutre il mondo?

    Cover_VTM_4_2011_2aVolontari e Terzo Mondo VTM 4 2011

    Il numero si apre con un editoriale che a partire dall’esperienza dei progetti dell’Organismo federato LVIA in Burkina Faso e dal progetto FOCSIV/MISEREOR fa il punto su come i vertice dell’UE sembrano rimanere sordi alla voce dell’Africa che chiede protezione per i propri prodotti perché da questo dipende l’esistenza di milioni di persone.

    Continua a leggere

  • Volontariato internazionale: sfide, impegni, prospettive

    VTM_3_2011Volontari Terzo Mondo 3/2011

    Il numero si apre con un editoriale sulla necessità per il volontariato internazionale di operare scelte coraggiose e di instaurare nuove relazioni per costruire un futuro di speranza. Segue una riflessione sulla storia delle ONG e sul significato del rinnovamento della loro forma che non significa tradire nella sostanza i valori e i principi dei fondatori, un approfondimento sulla figura di nuovi volontari contro la crisi economica, e un contributo sul volontariato internazionale quale strumento per rendere operativo il principio cristiano di sussidiarietà e per sostenerlo.

     

    Continua a leggere

  • Diritti Umani e Imprese. Quale imprenditorialità per il futuro?

    VTM_1_2_2011Volontari e Terzo Mondo  1-2/2011

    Il numero si apre con una riflessione sulla necessità di una alleanza a “condizioni vincolanti” tra settore privato e cooperazione allo sviluppo. Segue una spiegazione sulle procedure speciali del consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite, e un approfondimento sulle ragioni del dibattito in sede ONU su diritti umani e imprese che analizza in particolare la posizione dell’Unione Europea e dell’Italia.

     

    Continua a leggere

  • Sovranità alimentare: la forza dei piccoli produttori per nutrire il pianeta

    Volontari e Terzo Mondo 4/2010

    Un futuro senza cibo a sufficienza? E quale cibo per il futuro? C’è abbastanza cibo per nutrire il pianeta? Questi sono alcuni degli interrogativi portati all’attenzione internazionale dalla FAO nel recente workshop promosso da FOCSIV e tenutosi a Roma lo scorso ottobre – Is there enough food to feed the world? The challenge of productivity and the role of small scale farmers – in collaborazione con MISEREOR, e CIDSE.

     

    Continua a leggere

  • 2010 – 2015: cinque anni per reinvestire sul futuro

    Volontari e Terzo Mondo 3/2010

    Nel presente numero di Volontari e Terzo Mondo analizziamo la situazione dell’implementazione degli MDG all’indomani del Summit delle Nazioni Unite e mentre è ancora in corso l’annuale riunione dell’Assemblea Generale. Ne osserviamo risultati e manchevolezze attraverso gli occhi di diversi organismi che lavorano nella cooperazione internazionale, sia non governativi sia istituzionali.

     

    Continua a leggere

  • Lotta alla povertà e speculazioni finanziare

    Volontari Terzo Mondo 1-2/2010

    Dall’inizio della crisi (2008) ad oggi i governi delle più grandi democrazie del mondo hanno prima di tutto tentato di salvare le banche a rischio fallimento con ingenti iniezioni di capitali e, successivamente, hanno provato a stimolare la crescita con politiche fiscali e monetarie espansive.

     

    Continua a leggere

  • Clima e povertà: il punto dopo Copenaghen

    Volontari e Terzo Mondo 4/2009

    Un’intesa politica raggiunta venerdì notte tra Stati Uniti, Cina, India, Brasile e Sudafrica di cui sabato mattina le Parti dell’UNFCCC hanno preso nota, rappresenta il risultato di due anni di negoziazioni e di due settimane di Vertice con più di 40.000 delegati presenti a Copenaghen.

    Di fatto non è stato raggiunto nessun accordo, né vincolante, né ambizioso, né equo, le tre caratteristiche che avrebbero dovuto caratterizzarlo. In questo numero di Volontari e Terzo Modo abbiamo cercato di raccogliere gli umori, le prospettive e le problematiche di quel Vertice ormai già

    dimenticato. Lo facciamo con un po’ di ritardo rispetto alle altre pubblicazioni di settore perché abbiamo voluto raccogliere le idee dopo un 2009 passato con la speranza che qualcosa potesse cambiare veramente. Abbiamo cercato di analizzare il risultato raggiunto a Copenaghen, partendo dal messaggio del Santo Padre indetto per la celebrazione della XLIII giornata mondiale della pace “Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato”, seguito da un puntuale commento di S.E. Mario Toso. Nella sezione “Primo Piano” abbiamo pubblicato i contributi di Matteo Mascia e Luca Basile,

    esperti di tematiche ambientali ed entrambi membri del Comitato scientifico della Campagna FOCSIV con due analisi di carattere tecnico e scientifico. Abbiamo inoltre deciso di ripubblicare, nella parte Dossier, due documenti già editi da FOCSIV nella Collana Strumenti che hanno “dato il tempo” alle posizioni della Federazione prima del Summit. ed infine, nella parte dedicata ai Documenti, troverete il testo in italiano del famoso “Copenhagen Accord”.

    Sfoglia il VTM Clima e povertà: il punto dopo Copenaghen