• Semi di Pace – “Esploratori di Valori”, Cittadella. Inizio: 17/06/2017

    È il “coraggio” il tema scelto per l’XI Meeting Internazionale “Esploratori di Valori”, che Semi di Pace, onlus di Tarquinia, terrà il 17 e 18 giugno alla Cittadella, sede dell’associazione. Il tema del “coraggio” sarà declinato come “coraggio di servire”, “coraggio di lottare”“coraggio di vivere”.

    Il Meeting è un importante appuntamento di formazione ed approfondimento su tematiche di carattere sociale per tutti i volontari ed operatori di Semi di Pace, aperto anche alle realtà associative del territorio, alla cittadinanza e ai giovani.

    Il “coraggio di servire” inaugurerà il 17 giugno il meeting. Nel 25° anniversario delle morti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino era importante dedicare uno spazio di riflessione e approfondimento sulla lotta alla mafia. Parteciperanno don Luigi Ciotti, fondatore del gruppo Abele e promotore di Libera; il dott. Salvatore Calleri, presidente della Fondazione “Antonino Caponnetto”; Tiberio Bentivoglio, imprenditore reggino sotto scorta e testimone di giustizia; Antonio Mario Mira, giornalista di Avvenire. Saranno presenti gli studenti dell’IISS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, che partecipano a “Legalità in Campo”.

    Il “coraggio di lottare”, incentrato sulla violenza di genere, aprirà la mattina del 18 giugno, la seconda giornata. Saranno presenti la giornalista e conduttrice di TV2000 Monica Mondo; Gessica Notaro, vittima di un’aggressione da parte del fidanzato; il magistrato Paola Conti, della Procura di Viterbo; la cantante Francesca Alotta. Uno spazio sarà dedicato ai progetti di Semi di Pace nel mondo a sostegno  dei bambini e delle donne, vittime di violenze e soprusi, con la presentazione del Progetto Maddalena e del Progetto Maia – Sostegno alla Vita.

    Il “coraggio di vivere” chiuderà il meeting. Sarà dedicato alla tragedia della Shoah con “Memory in Concert” e l’inaugurazione, all’interno del Labirinto della Memoria, della mostra permanente “La Shoah in Italia. Persecuzione e deportazioni (1938 – 1945)”. Saranno presenti la dott.ssa Elisa Guida, responsabile del comitato scientifico del Progetto Labirinto della Memoria e curatrice dell’esposizione; Edith Bruck, deportata da Satoraljaujhely ad Auschwitz, testimone, scrittrice, poetessa e regista cinematografica e teatrale; Piero Terracina, sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz – Birkenau. Gli interventi dei relatori saranno accompagnati dall’esecuzione di brani di musica classica e della tradizione ebraica, da parte degli allievi dell’Accademia Tarquinia Musica.