• GLOBAL FORUM ON MIGRATION AND DEVELOPMENT 2012, LA SOCIETA CIVILE: WE ARE HERE FOR CHANGE

    Il Swami Vivekananda International Convention Centre (SVICC) a Pailles, Mauritius, ha ospitato i Civil Society Days del Global Forum Migrazioni e Sviluppo 2012. Circa 140 delegati della società civile si sono incontrati per lavorare sulle principali tematiche che mettono in relazione le migrazioni e lo sviluppo umano.

    Le macro aree di lavoro sono state le migrazioni del lavoro, la protezione dei migranti, la promozione dei diritti dei migranti. Il giorno 21 novembre, prima giornata del Forum governativo, i delegati della società civile hanno portato le loro conclusioni ai delegati dei governi partecipanti, ed hanno affermato “we are here for change”! Il Global Forum, insieme al World Social Forum on Migrations – in corso di svolgimento alle Filippine in questi giorni – può e deve essere, infatti, un’occasione di cambiamento culturale, per facilitare il dialogo e la partecipazione della società civile, sostenere la partecipazione dei migranti nei processi decisionali e nella sfera pubblica, nei paesi di origine come in quelli di destinazione.

     

    Il cambiamento sperato passa per una serie di riforme che vanno dal garantire un lavoro dignitoso nel paese di origine, a promuovere canali legali per la migrazione, e politiche nazionali per il lavoro che garantiscano anche i diritti dei lavoratori stranieri. È necessaria l’armonizzazione ed il riconoscimento delle qualifiche professionali, la garanzia di standard minimi di trattamento, ed una maggiore e più completa formazione professionale.

     

    La protezione dei migranti in contesti di crisi ed in situazione di vulnerabilità deve essere infine garantita, ed il rispetto dei diritti dei migranti deve rappresentare un impegno chiaro e condiviso dai governi dei paesi di origine, transito e destinazione.

     

     

    In allegato,le Dichiarazioni della società civile ai governi, e le Proposte della società civile per l’High Dialogue on Migration 2013.

     

    Per approfondimenti, http://www.gfmdcivilsociety.org/, http://www.wsfm2012.org/