• Foto_CIDSE

    Perchè parlare dei minerali dei conflitti?

    FOCSIV è impegnata nella Campagna Europea sui Minerali dei Conflitti per chiedere che l’Europa si doti di una legislazione ambiziosa ed efficace che ostacoli il commercio dei “minerali dei conflitti” ossia minerali estratti sotto il controllo di bande armate e signori della guerra che sfruttano le popolazioni locali, le pongono in condizioni di schiavitù e commettono gravi violazioni dei diritti umani piuttosto che contribuire allo sviluppo. I Paesi maggiormente coinvolti in tale commercio criminale sono Repubblica Democratica del Congo e Paesi limitrofi nella regione dei Grandi Laghi, Colombia e Myanmar.

    Per interrompere questo sistema criminale che alimenta violenze e sofferenze, le imprese devono assumersi la responsabilità di garantire ai consumatori che esse procurano risorse naturali in modo trasparente e responsabile. Considerato l’elevato consumo di minerali nel mercato europeo, FOCSIV, assieme a CIDSE, ritiene che l’Unione Europea debba porsi in prima linea nel richiedere norme più stringenti sui minerali dei conflitti e promuovere la garanzia dei diritti umani. 

    Il 28 aprile 2015  alle ore 18 presso la Sala del Refettorio del Parlamento, in occasione dell’assemblea generale del Network Europeo per l’Africa centrale, FOCSIV ha proposto, assieme ad altri partner, una conferenza dal titolo « MINERALI DEI CONFLITTI : LA LEGISLAZIONE EUROPEA È FAVOREVOLE ALLA PACE E ALLA SICUREZZA NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO ? »

    La conferenza ha  fornito uno spunto di approfondimento e dibattito dopo il voto del 14 aprile da parte della Commissione per il Commercio Internazionale del Parlamento Europeo (INTA)  sulla bozza di regolamento proposta dalla Commissione Europea relativa ai “conflict minerals“.

    In vista di tale evento, FOCSIV ha presentato il policy paper “Perchè parlare dei minerali dei conflitti?”. La prima parte del documento è costituita dalla presentazione del problema dei minerali dei conflitti, degli attori e delle dinamiche coinvolte; nella seconda parte, dopo la spiegazione della proposta di regolamento della Commissione Europea, FOCSIV espone le proprie critiche e richieste di cambiamento alla proposta, ritenuta lacunosa e poco efficiente; nella parte finale si riportano in maniera sintetica le decisioni prese in seno alla Commissione per lo Sviluppo e alla Commissione per il Commercio Internazionale.

    Leggi il documento “Perchè parlare dei minerali dei conflitti?”