payoff




Pontificia Università Lateranense - logo

 

Dopo il successo della prima edizione, grazie alla collaborazione tra
FOCSIV e Pontificia Università Lateranense
 è in programma per il 2015 la II edizione del

MASTER in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale,
al fianco della SPICeS, storico corso di perfezionamento post-laurea FOCSIV, che giunge quest’anno alla sua XXIV edizione
 

Le nuove sfide poste alla cooperazione, ed in particolare il rapporto tra profit e non profit, rappresentano il focus principale del master volto a formare figure professionali con competenze di co-progettazione tra profit, non profit ed istituzioni per un’internazionalizzazione responsabile delle attività di commercio, investimento e cooperazione economica, nel rispetto dei diritti umani, del lavoro e dell’ambiente.


Scarica la brochure 



SCUOLA di 
Politica Internazionale
Cooperazione e Sviluppo

 

XXIV edizione

 

880 ore complessive

180 ore - Didattica frontale

100 ore - Project work sul ciclo del progetto

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione tesina conclusiva   
MASTER in

Nuovi orizzonti di cooperazione

e diritto internazionale


II edizione

 

1500 ore complessive - 60 CFU 

300 ore - Didattica frontale

150 ore - Project work sul ciclo del progetto

400 ore - Studio individuale
500 ore - Stage
150 ore - Elaborazione tesi conclusiva       

 

in collaborazione con
logo_Caritas30 oim CeSPI_logo
logoISCOS-CISL-300px_n
MISEpcn_logo_40
fondazione-migrantes_logo_nuovo
logo_ANIMA_immagine fond_Centesimus
SOLIDARETE
con il patrocinio di

esteri_DGCS_10


spices-rgb20

FOCSIV amplia la sua offerta formativa. La Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo, giunge quest’anno alla sua XXIII edizione e offre ai suoi studenti la possibilità di perfezionare il percorso di studi conseguendo un Master in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale, grazie alla collaborazione con la Pontificia Università Lateranense.

 



SCUOLA di
Politica Internazionale

Cooperazione e Sviluppo

 

XXIII edizione

 
    MASTER in

Nuovi orizzonti di cooperazione

e diritto internazionale


I edizione

880 ore complessive
 

180 ore - Didattica frontale

100 ore - Project work sul ciclo del progetto

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesina  

1500 ore complessive - 60 CFU 
 

300 ore - Didattica frontale 

100 ore - Project work sul ciclo del progetto 

400 ore - Studio individuale

100 ore - Visite didattiche

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesi finale








  in collaborazione con 
 
logo_Caritas30 oim
                    logo_ANIMA_immagine                    
 
CeSPI_logo
  
 
  logo-carta-intestata-ufficio
  
  SOLIDARETE 

   
     con il patrocinio
       

         logo dgcs


MASTER in nuovi orizzonti
di Cooperazione e Diritto Internazionale

Direttore Scientifico prof. Vincenzo BUONOMO



SPICeSCentro Lateranense Alti Studi

Obiettivo del Master è di preparare professionisti capaci di operare di fronte alle rapide trasformazioni del mondo di oggi, all’affermarsi di nuovi paradigmi nelle relazioni internazionali che superano i tradizionali assetti istituzionali e socio-economici Nord-Sud. Il Master propone un percorso di studio specialistico incentrato sulla cooperazione allo sviluppo, la politica, l’economia e il diritto internazionale, finalizzato a formare competenze di co-progettazione tra profit, non profit ed istituzioni, volte all’internazionalizzazione delle imprese con strategie di responsabilità sociale.


L’offerta formativa si concentra, con un modulo specifico, sulla responsabilità e imprenditorialità sociale a livello internazionale, con l’obiettivo di apprendere dal dibattito internazionale le nuove linee guida su diritti umani e imprese, le strategie e certificazioni per le imprese sociali e le imprese for profit che vogliono operare secondo una internazionalizzazione responsabile delle loro attività nelle catene di valore globale. Saranno affrontati i temi dell’impact investing e delle filiere commerciali internazionali.
L’offerta comprende anche 4 Seminari di approfondimento sulla cooperazione dell’Unione Europea con particolare riferimento alle linee tematiche della programmazione 2014/2020.

 

DESTINATARI

Il Master è rivolto a un massimo di 30 studenti in possesso di diploma di laurea (triennale, magistrale o vecchio ordinamento), che intendano perfezionare la loro formazione per operare nei seguenti ambiti:

  • Organizzazioni internazionali e settori della cooperazione intergovernativa sul piano universale o regionale;
  • ONG pronte ad investire nella cooperazione territoriale in relazione ai flussi migratori, sia con azioni nei paesi di provenienza per rafforzarne il tessuto economico e produttivo che sul territorio nazionale per favorire l’integrazione;
  • Aziende e cooperative che stanno investendo sull’internazionalizzazione delle proprie attività in modo responsabile, nel rispetto dei diritti umani e delle specificità economiche e culturali dei paesi coinvolti.

PROFILI PROFESSIONALI

Il Master mira a formare professionisti in grado di rispondere alle esigenze più innovative della cooperazione internazionale, con particolare riguardo agli ambiti analizzati nel percorso di specializzazione:

  • professionista della cooperazione internazionale, specializzato in progetti di cooperazione transnazionale, transfrontaliera e interregionale, con particolare riguardo ai Paesi dell’area del Mediterraneo;
  • project manager con particolare riferimento alla cooperazione territoriale dell’UE;
  • Giurista specializzato in diritto internazionale della cooperazione e dello sviluppo;
  • Legal Advisor in peace recovery and reconciliation post-conflitto;
  • professionisti della cooperazione di comunità e dellosviluppo territoriale inclusivo e internazionalizzato;
  • policy advisor sui nuovi principali temi dello sviluppo e di cambio dei paradigmi;
  • Esperto di responsabilità sociale nell’internazionalizzazione delle imprese sociali e for profit.

REQUISITI


Il Master è rivolto a quanti in possesso di diploma di laurea (triennale, magistrale o vecchio ordinamento).

Possono accedere al Master studenti in possesso di titoli accademici rilasciati da Università italiane e straniere riconosciuti idonei dal Consiglio Didattico Scientifico del Master ai fini dell’ammissione.

Incompatibilità: Ai sensi dell’art 142 del T.U. 1592/1933 è vietato iscriversi contemporaneamente a più corsi di studi universitari: pertanto i partecipanti al Master di cui al presente bando non possono iscriversi nello stesso anno accademico ad altri Master, Scuole di Specializzazione, Dottorati di Ricerca, Corsi di Laurea e Laurea Magistrale. Fanno eccezione i corsi di Alta Formazione e di Formazione.

PERCORSO FORMATIVO


Il corso di MASTER ha una durata di 16 mesi (Gennaio 2015 – Aprile 2016) con un impegno didattico di 1500 ore complessive

Il percorso formativo per complessivi 60 CFU è così strutturato:

 

300 ore - Didattica frontale e seminari (20% massimo di assenze)

SOCIOLOGIA e ANTROPOLOGIA dello SVILUPPO
- GEO-POLITICA della COOPERAZIONE
- ATTORI della COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
-

PREVENZIONE dei CONFLITTI e GESTIONE del POST-CONFLITTO

- DIRITTO INTERNAZIONALE e DIRITTI UMANI
- ECONOMIA della COOPERAZIONE
- OLTRE lo SVILUPPO: VERSO un CAMBIO di PARADIGMA
- PROGRAMMARE e PROGETTARE INTERVENTI di COOPERAZIONE
_____
- PROFIT e NON PROFIT: responsabilità sociale nell’internazionalizzazione d’impresa

-  

Aspetti giuridico-normativi: le Nazioni Unite su Diritti Umani e imprese,

le linee guida dell’OCSE, e il dibattito dell’Unione europea

- L’evoluzione della responsabilità sociale nell’internazionalizzazione d’impresa

- Strumenti e Pratiche nel rapporto tra le catene di valore globali e le comunità locali

_____
- Seminari di approfondimento sulla cooperazione europea 2014-2020

 

150 ore - Project Work sul ciclo del progetto, da realizzarsi in gruppi

400 ore - Studio individuale

500 ore - Stage in Italia o all’estero

150 ore - Elaborazione e discussione Tesi finale

 

ORARI e DURATA del CORSO

Tutte le lezioni si terranno dal 20 gennaio al 25 giugno 2015

nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, con orario 15:00 – 19:00
i 4 seminari (uno al mese) nei giorni di venerdì pomeriggio e di sabato l’intera giornata 

 

iconepdfScarica il Bando 2015
wordScarica la scheda di iscrizione al Master


Novità: 2 Borse di studio offerte da UBI Banca 

iconepdfScarica il Bando
Borse di Studio UBI Banca

wordScarica la scheda di Domanda





Scuola di Politica Internazionale
Cooperazione e Sviluppo

 

spices-rgb30

La SPICeS è la Scuola di perfezionamento post-laurea della FOCSIV sulle tematiche della politica internazionale e della cooperazione allo sviluppo.

Nata quando la cooperazione non era un mestiere, ancora oggi forma professionisti della speranza trovando fondamento nella Dottrina Sociale della Chiesa.


Propone un percorso di studio completo, dai fondamenti socio-antropologici dello sviluppo alla simulazione di un intervento reale seguendo tutte le fasi del ciclo del progetto, senza trascurare gli aspetti geopolitici, economici e giuridici indispensabili per poter capire e interpretare la complessa realtà attuale, analizzando fenomeni specifici e paradigmatici come la cosiddetta “Primavera Araba”, i numerosissimi conflitti dimenticati e i grandi flussi migratori che stanno cambiando la fisionomia degli interventi di cooperazione.

Si caratterizza per la partecipazione di studenti esteri dei Sud del mondo, insieme ai quali si sperimenta l'importanza del dialogo e del rispetto della diversità per la costruzione di quella società plurale che è la sola in grado di garantire la pace.


Scegliere oggi la SPICeS, per chi intende lavorare nel mondo della politica, della cooperazione, del volontariato e delle relazioni internazionali significa investire sulle fondamenta della propria formazione, attualizzando le proprie competenze alla luce delle attuali dinamiche della politica internazionale e conseguentemente degli interventi di sviluppo.

 

DESTINATARI

Si rivolge a laureandi e laureati che intendano intraprendere la propria carriera in uno dei diversi ambiti della cooperazione, a professionisti già attivi in questo settore che intendano consolidare la propria formazione e a professionisti con alle spalle un’esperienza già qualificata in altri settori da mettere al servizio della cooperazione e delle Organizzazioni Internazionali.

PROFILI PROFESSIONALI

La SPICeS mira a formare operatori della cooperazione internazionale capaci di interagire con i diversi attori che vi operano: Istituzioni nazionali e internazionali, Organizzazioni Internazionali, le ONG e le associazioni di volontariato.

In particolare gli studenti diplomati potranno rispondere ai seguenti profili professionali:

  • operatore della cooperazione internazionale: in Italia negli uffici di progettazione o amministrativi, all’estero come operatore o coordinatore di progetto;
  • esperto di lobbying e advocacy sulle cause strutturali della povertà e della disuguaglianza;
  • trainer in educazione alla cittadinanza responsabile

PERCORSO FORMATIVO


LEZIONI: 180 ore di didattica frontale suddivise in 8 moduli (20% massimo di assenze)

-   SOCIOLOGIA e ANTROPOLOGIA dello SVILUPPO
- GEO-POLITICA della COOPERAZIONE
- ATTORI della COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
-

PREVENZIONE dei CONFLITTI e GESTIONE del POST-CONFLITTO

- DIRITTO INTERNAZIONALE e DIRITTI UMANI
- ECONOMIA della COOPERAZIONE
- OLTRE lo SVILUPPO: VERSO un CAMBIO di PARADIGMA
- PROGRAMMARE e PROGETTARE INTERVENTI di COOPERAZIONE

 

PROJECT WORK sul CICLO del PROGETTO, da realizzarsi in gruppi.

STAGE: la Scuola offre, a chi in regola con la frequenza, l’opportunità di effettuare un’esperienza formativa sul campo in Italia o all’estero per periodi di 3/6 mesi (le selezioni saranno effettuate dagli Enti ospitanti o di invio)

TESINA: elaborato di ricerca, personale o di gruppo, su uno degli argomenti affrontati nella parte teorica del corso o durante l’esperienza sul campo.

ESAME FINALE: presentazione e discussione della tesina (dicembre 2015/marzo 2016)


ORARI e DURATA del CORSO

Tutte le lezioni si terranno dal 20 gennaio al 6 maggio 2015

nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, con orario 15:00 – 19:00



iconepdfScarica il bando 2015 wordScarica la scheda di iscrizione SPICeS 




Lezioni:
periodo - da gennaio a luglio
giorni - martedì, mercoledì e giovedì
orario - 15:00 – 19:00

luogo - Pontificia Università Lateranense (Piazza San Giovanni in Laterano n° 4 a ROMA)

 


Programma completo lezioni 2013



   spice2014  locCT2015_30locandinaBARI_201460     



















In risposta alla crescente domanda di iscrizioni proveniente da tutta Italia, la SPICeS ha ampliato la sua offerta formativa proponendo la riuscita formula di Roma in altre città italiane.

Si sono consolidate, negli ultimi anni, attività di decentramento sul territorio della Scuola promosse da ONG federate alla FOCSIV:

 

dal 2004 a Bari con Pro.Mond.

dal 2008 a Catania con CO.P.E

dal 2009 a Forlì con L.V.I.A.

 

A settembre del 2009 è stato realizzato a Quito un seminario dal titolo “Ambiente y pobreza” in collaborazione con la PUCE (Pontificia Universidad Catolica del Ecuador). un progetto pilota per un futuro decentramento in Ecuador

Siffatte proposte formative, pur inquadrandosi nel percorso tracciato dal Corso di Roma, si caratterizzano per la loro specifica didattica e ricchezza di contenuti.



Più di 50 diverse organizzazioni collaborano con noi per docenze, ricerche, promozione ed esperienze di stage tra cui:
partner3































Comitato FOCSIV sulla strategie d’impresa per la Responsabilità Sociale internazionale
 


Prof. Vincenzo BUONOMO (Coord. scientifico), ordinario di Diritto Internazionale e di Organizzazione Internazionale presso le Facoltà giuridiche della Pontificia Università Lateranense (Roma)

 

Prof. Sergio MARCHISIO, ordinario di Diritto Internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “Sapienza” di Roma

 

Prof. Antonio PAPISCA, ordinario di Relazioni Internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca e Servizi sui Diritti della Persona e dei Popoli dell’Università di Padova

 

Prof. Umberto TRIULZI, ordinario di Politica Economica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “Sapienza” di Roma

 

Prof. Ugo VILLANI, ordinario di Diritto Internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”




16lug1416 luglio 2014
Verso una cooperazione tra profit e non profit per lo sviluppo sostenibile nel rispetto dei diritti umani

 





14giu1314 giugno 2013
Cittadini italiani e cittadini del mondo: l’estensione del diritto di cittadinanza nelle nuove famiglie immigrate






23apr1323 aprile 2013
SIRIA 2 anni dopo: responsabilità ed esperienze a confronto






14giu12 14 giugno 2012
MICROCREDITO: quando il credito, prima ancora che moneta, è fiducia alla persona e al suo progetto
Dossier Microcredito
Sintesi Progetto "Micro-Micro"
Presentazione permicro pdf 1/2 pdf 2/2


15giu1115 giugno 2011
DIRITTI UMANI E IMPRESA: quale imprenditorialità per il futuro?






02feb112 febbraio 2011

LE MIGRAZIONI ANDINE IN ITALIA
Contesti di partenza e legami transnazionali






16apr1016 aprile 2010

Per un'agenda di speranza:
AGRICOLTURA, CLIMA E NUOVE POVERTÀ






03set093 settembre 2009

AMBIENTE Y POBREZA







28mag0928 maggio 2009

ACCOGLIERE GLI IMMIGRATI
Testimonianze di inclusione socio-economica






27mag0827 Maggio 2008

LOBBYING E DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA: ISTRUZIONI PER L'USO







24gen08bis24 Gennaio 2008

IL FORUM SOCIALE MONDIALE: DA PORTO ALEGRE A BELEM 2009

per un cambiamento culturale verso una nuova giustizia sociale






03mag073 maggio 2007

I POPOLI DELLA FAME INTERPELLANO I POPOLI DELL’OPULENZA
 

La Cooperazione allo sviluppo dell'Unione Europea fa la differenza per i poveri?





15giu0615 giugno 2006

TRA SICUREZZA E SVILUPPO:
il rischio di militarizzazione della cooperazione internazionale

DOCUMENTO di posizione FOCSIV 

Intervista Prof. Filippo Andreatta 




26apr200626 aprile 2006

TRA DIRITTO E MERCATO CHI GOVERNA?

per una reale implementazione del diritto al cibo e della sovranità alimentare






15giu05bis15 giugno 2005

Verso il Millennium summit+5:
l'appello di Kofi Annan ai Parlamenti per la riforma delle Nazioni Unite

Intervento Sergio Marelli

Articolo Riforma delle N.U. di Papisca

Appello di K. Annan ai parlamentari



12apr0512 aprile 2005

"Unione Europea e sovranità alimentare, la chiusura del Doha Round a Hong Kong: un vero round per lo sviluppo?"






16giu0416 Giugno 2004

Il servizio civile per una cittadinanza europea attiva e solidale







01apr041 Aprile 2004

No Dumping: per un partenariato globale contro la fame







03lug033 Luglio 2003

Un nuovo ordinamento globale per la pace






14mag0314 Maggio 2003

Verso la Conferenza di Cancun: il negoziato dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e il dumping






10lug0210 Luglio 2002

Da Rio a Johannesburg: sfide ed impegni futuri nel cammino degli Stati per uno sviluppo sostenibile






seminario_11apr0211 Aprile 2002

Riforma della 185/90 e commercio delle armi: Quali implicazioni per la cooperazione allo sviluppo italiana?






12lug0112 Luglio 2001

Salute nei PVS: diritto o bene di consumo?







04apr014 Aprile 2001

Verso un nuovo assetto finanziario mondiale: G8 di Genova e prospettive italiane

Atti del seminario



XXIV edizione Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo

II edizione MASTER in Nuovi orizzonti di Cooperazione e diritto internazionale

BORSE di STUDIO Bando per l’assegnazione di 2 Borse di Studio
ubi_banca_20
BANDO - DOMANDA

per la partecipazione al Master Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale

Promosso da UBI Banca in collaborazione con FOCSIV



Il numero minimo di iscritti per l’attivazione della SPICeS è fissato a 20 ed il numero massimo a 40. Le domande verranno accolte in ordine di arrivo; al raggiungimento del tetto massimo sarà stilata una lista d'attesa.

Il numero minimo di iscritti per l’attivazione del Master è fissato a 15 ed il numero massimo a 30. Le domande verranno accolte in ordine di arrivo; al raggiungimento del tetto massimo sarà stilata una lista d'attesa.

La domanda di iscrizione alla SPICeS e al Master deve pervenire entro il 2 gennaio 2015 alla segreteria presso FOCSIV con una delle seguenti modalità:

  • e-mail   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
  • posta FOCSIV - SPICeS - via San Francesco di Sales, 18 - 00165 Roma

allegando:

  1. Scheda aspettative e motivazioni
  2. Curriculum Vitae
  3. Foto tessera (anche in formato digitale)
  4. fotocopia del Documento di identità valido e del Codice Fiscale
  5. certificato di laurea
  6. ricevuta del versamento dell’acconto di € 300,00*

* l’acconto di 300 euro verrà rimborsato nel caso di mancata attivazione dei corsi o di esubero delle domande
 
Graduatoria: l’accettazione della domanda sarà comunicata agli ammessi tramite posta elettronica entro il 10 giorni dalla ricezione

Immatricolazione: a seguito della comunicazione il corsista dovrà procedere con l’immatricolazione entro 10 giorni dall’accettazione e comunque non oltre il 19 gennaio 2015 inviando la ricevuta dell'avvenuto pagamento della quota di iscrizione (I rata per il master).


Quota di iscrizione
:

  • SPICeS € 1.300,00 - 300,00 al momento della domanda, 1.000,00 al momento dell’immatricolazione
  • Master € 2.500,00  - 300,00 al momento della domanda, 1.200,00 al momento dell’immatricolazione e 1.000,00 entro il 28 febbraio 2015

Modalità di pagamento: i versamenti possono essere effettuati con una delle seguenti modalità:

  • C/C postale n° 87781001
  • C/C bancario Banca Etica – IBAN IT  35 D 05018 03200 000000510010
intestati a FOCSIV e specificando "Iscrizione SPICeS 2015 o Iscrizione Master 2015 - Nome e Cognome”


Per Info:

e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
tel. 06 6877796


DOVE SIAMO


 





«InizioPrec.12Succ.Fine»
Pagina 1 di 2