payoff




Pontificia Università Lateranense - logo

 

Partirà a gennaio 2014 grazie alla collaborazione tra FOCSIV e Pontificia Università Lateranense un nuovo Master Universitario di I livello che mette al centro le nuove sfide della cooperazione, la sua regolamentazione delineata dal diritto internazionale, le tematiche della cooperazione territoriale e dell’internazionalizzazione solidale delle imprese perché su queste ultime l’Unione Europea investirà nel periodo 2014/2020 creando nuove opportunità di lavoro. Il Master completa la tradizionale offerta formativa della SPICeS, storica Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo della FOCSIV giunta alla sua XXIII edizione.

Scarica la brochure 



SCUOLA di 
Politica Internazionale
Cooperazione e Sviluppo



XXIII edizione

 

880 ore complessive

180 ore - Didattica frontale

100 ore - Project work sul ciclo del progetto

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesina   
MASTER in

Nuovi orizzonti di cooperazione

e diritto internazionale


I edizione

 

1500 ore complessive - 60 CFU 

300 ore - Didattica frontale

100 ore - Project work sul ciclo del progetto

400 ore - Studio individuale

100 ore - Visite didattiche

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesi finale       

 

in collaborazione con
logo_Caritas30 oim
logo_ANIMA_immagine
CeSPI_logo  

logo-carta-intestata-ufficio
SOLIDARETE
con il patrocinio di

logo dgcs


spices-rgb20

FOCSIV amplia la sua offerta formativa. La Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo, giunge quest’anno alla sua XXIII edizione e offre ai suoi studenti la possibilità di perfezionare il percorso di studi conseguendo un Master in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale, grazie alla collaborazione con la Pontificia Università Lateranense.

 



SCUOLA di
Politica Internazionale

Cooperazione e Sviluppo

 

XXIII edizione

 
    MASTER in

Nuovi orizzonti di cooperazione

e diritto internazionale


I edizione

880 ore complessive
 

180 ore - Didattica frontale

100 ore - Project work sul ciclo del progetto

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesina  

1500 ore complessive - 60 CFU 
 

300 ore - Didattica frontale 

100 ore - Project work sul ciclo del progetto 

400 ore - Studio individuale

100 ore - Visite didattiche

500 ore - Stage

100 ore - Elaborazione e discussione Tesi finale








  in collaborazione con 
 
logo_Caritas30 oim
                    logo_ANIMA_immagine                    
 
CeSPI_logo
  
 
  logo-carta-intestata-ufficio
  
  SOLIDARETE 

   
     con il patrocinio
       

         logo dgcs


MASTER in nuovi orizzonti
di Cooperazione e Diritto Internazionale

Direttore Scientifico prof. Vincenzo BUONOMO



SPICeSCentro Lateranense Alti StudiObiettivo del Master è formare professionisti capaci di operare di fronte ai nuovi paradigmi delle relazioni internazionali oltre i tradizionali assetti istituzionali e socio-economici che hanno sin qui caratterizzato la politica estera, il diritto internazionale, le attività di cooperazione e gli standard di sviluppo di popoli e Paesi.

L'offerta formativa si concentra sulle linee della cooperazione internazionale post-2015 delineate nel Sistema delle Nazioni Unite e sui loro effetti nei settori della sicurezza, del post-conflitto e nell'attività di Organizzazioni intergovernative e non-governative; sulla cooperazione territoriale dell'Unione Europea; sull'internazionalizzazione responsabile delle imprese sociali e delle imprese for profit nel rispetto dei diritti umani e dell'ambiente.

Il Master mira a formare professionisti capaci di operare nella cooperazione territoriale e per l'internazionalizzazione dell'impresa sociale, perché su questi assi l'Unione Europea investirà nel periodo 2014/2020 per favorire la coesione sociale nazionale e internazionale, creando nuove opportunità di lavoro


DESTINATARI

Il Master è rivolto a un massimo di 30 studenti in possesso di diploma di laurea (triennale, magistrale o vecchio ordinamento), che intendano perfezionare la loro formazione negli ambiti previsti dal percorso di specializzazione, operatori di ONG, di imprese e di cooperative che stanno investendo nella cooperazione territoriale in relazione ai flussi migratori e nella responsabilità sociale d'impresa.

PROFILI PROFESSIONALI

Il Master mira a formare professionisti in grado di rispondere alle esigenze più innovative della cooperazione internazionale, con particolare riguardo agli ambiti analizzati nel percorso di specializzazione:

  • professionista della cooperazione internazionale, specializzato in progetti di cooperazione transnazionale, transfrontaliera e interregionale, con particolare riguardo ai Paesi dell’area del Mediterraneo;
  • project manager con particolare riferimento alla cooperazione territoriale dell’UE;
  • Giurista specializzato in diritto internazionale della cooperazione e dello sviluppo;
  • Legal Advisor in peace recovery and reconciliation post-conflitto;
  • professionisti della cooperazione di comunità e dellosviluppo territoriale inclusivo e internazionalizzato;
  • policy advisor sui nuovi principali temi dello sviluppo e di cambio dei paradigmi;
  • Esperto di responsabilità sociale nell’internazionalizzazione delle imprese sociali e for profit.

REQUISITI


Il Master è rivolto a quanti in possesso di diploma di laurea (triennale, magistrale o vecchio ordinamento).

Possono accedere al Master studenti in possesso di titoli accademici rilasciati da Università italiane e straniere riconosciuti idonei dal Consiglio Didattico Scientifico del Master ai fini dell’ammissione.

PERCORSO FORMATIVO


Il corso di MASTER ha durata annuale con un impegno didattico di 1500 ore complessive

Il percorso formativo per complessivi 60 CFU è così strutturato:

 

300 ore - Didattica frontale e seminari (20% massimo di assenze)

-   SOCIOLOGIA e ANTROPOLOGIA dello SVILUPPO
- GEO-POLITICA della COOPERAZIONE
- ATTORI della COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
-

PREVENZIONE dei CONFLITTI e GESTIONE del POST-CONFLITTO

- DIRITTO INTERNAZIONALE e DIRITTI UMANI
- ECONOMIA della COOPERAZIONE
- OLTRE lo SVILUPPO: VERSO un CAMBIO di PARADIGMA
- PROGRAMMARE e PROGETTARE INTERVENTI di COOPERAZIONE
- La COOPERAZIONE TERRITORIALE dell’UNIONE EUROPEA
- PROFIT e NON PROFIT: RESPONSABILITÀ SOCIALE e IMPRENDITORIALITÀ SOCIALE

 

100 ore - Project Work sul ciclo del progetto, da realizzarsi in gruppi

400 ore - Studio individuale

100 ore - Visite didattiche

500 ore - Stage in Italia o all’estero

100 ore - Elaborazione e discussione Tesi finale

 

ORARI e DURATA del CORSO

Tutte le lezioni si terranno dal 20 gennaio al 17 luglio 2014

nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, con orario 15:00 – 19:00

 

iconepdfScarica il bando   wordCompila la domanda di iscrizione



Scuola di Politica Internazionale
Cooperazione e Sviluppo

 

spices-rgb30

La SPICeS è la Scuola di perfezionamento post-laurea della FOCSIV sulle tematiche della politica internazionale e della cooperazione allo sviluppo.

Nata quando la cooperazione non era un mestiere, ancora oggi forma professionisti della speranza trovando fondamento nella Dottrina Sociale della Chiesa.


Propone un percorso di studio completo, dai fondamenti socio-antropologici dello sviluppo alla simulazione di un intervento reale seguendo tutte le fasi del ciclo del progetto, senza trascurare gli aspetti geopolitici, economici e giuridici indispensabili per poter capire e interpretare la complessa realtà attuale, analizzando fenomeni specifici e paradigmatici come la cosiddetta “Primavera Araba”, i numerosissimi conflitti dimenticati e i grandi flussi migratori che stanno cambiando la fisionomia degli interventi di cooperazione.

Si caratterizza per la partecipazione di studenti esteri dei Sud del mondo, insieme ai quali si sperimenta l'importanza del dialogo e del rispetto della diversità per la costruzione di quella società plurale che è la sola in grado di garantire la pace.


Scegliere oggi la SPICeS, per chi intende lavorare nel mondo della politica, della cooperazione, del volontariato e delle relazioni internazionali significa investire sulle fondamenta della propria formazione, attualizzando le proprie competenze alla luce delle attuali dinamiche della politica internazionale e conseguentemente degli interventi di sviluppo.

 

DESTINATARI

Si rivolge a laureandi e laureati che intendano intraprendere la propria carriera in uno dei diversi ambiti della cooperazione, a professionisti già attivi in questo settore che intendano consolidare la propria formazione e a professionisti con alle spalle un’esperienza già qualificata in altri settori da mettere al servizio della cooperazione e delle Organizzazioni Internazionali.

PROFILI PROFESSIONALI

La SPICeS mira a formare operatori della cooperazione internazionale capaci di interagire con i diversi attori che vi operano: Istituzioni nazionali e internazionali, Organizzazioni Internazionali, le ONG e le associazioni di volontariato.

In particolare gli studenti diplomati potranno rispondere ai seguenti profili professionali:

  • operatore della cooperazione internazionale: in Italia negli uffici di progettazione o amministrativi, all’estero come operatore o coordinatore di progetto;
  • esperto di lobbying e advocacy sulle cause strutturali della povertà e della disuguaglianza;
  • trainer in educazione alla cittadinanza responsabile

PERCORSO FORMATIVO


LEZIONI: 180 ore di didattica frontale suddivise in 8 moduli (20% massimo di assenze)

-   SOCIOLOGIA e ANTROPOLOGIA dello SVILUPPO
- GEO-POLITICA della COOPERAZIONE
- ATTORI della COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
-

PREVENZIONE dei CONFLITTI e GESTIONE del POST-CONFLITTO

- DIRITTO INTERNAZIONALE e DIRITTI UMANI
- ECONOMIA della COOPERAZIONE
- OLTRE lo SVILUPPO: VERSO un CAMBIO di PARADIGMA
- PROGRAMMARE e PROGETTARE INTERVENTI di COOPERAZIONE

 

PROJECT WORK sul CICLO del PROGETTO, da realizzarsi in gruppi.

STAGE: la Scuola offre, a chi in regola con la frequenza, l’opportunità di effettuare un’esperienza formativa sul campo in Italia o all’estero per periodi di 3/6 mesi (le selezioni saranno effettuate dagli Enti ospitanti o di invio)

TESINA: elaborato di ricerca, personale o di gruppo, su uno degli argomenti affrontati nella parte teorica del corso o durante l’esperienza sul campo.

ESAME FINALE: presentazione e discussione della tesina (novembre 2014/marzo 2015)

Guarda il programma del corso 2013 

I crediti acquisiti nel curriculum didattico della SPICeS possono essere utilizzati nei successivi percorsi accademici.

ORARI e DURATA del CORSO

Tutte le lezioni si terranno dal 20 gennaio al 27 maggio 2014

nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, con orario 15:00 – 19:00



iconepdfScarica il bando wordCompila la domanda di iscrizione




Lezioni:
periodo - da gennaio a luglio
giorni - martedì, mercoledì e giovedì
orario - 15:00 – 19:00

luogo - Pontificia Università Lateranense (Piazza San Giovanni in Laterano n° 4 a ROMA)

 


Programma completo lezioni 2013



 loc_forl_2013_pic    Catania2013    locandinabari_12     

















In risposta alla crescente domanda di iscrizioni proveniente da tutta Italia, la SPICeS ha ampliato la sua offerta formativa proponendo la riuscita formula di Roma in altre città italiane.

Si sono consolidate, negli ultimi anni, attività di decentramento sul territorio della Scuola promosse da ONG federate alla FOCSIV:

 

dal 2004 a Bari con Pro.Mond.

dal 2008 a Catania con CO.P.E

dal 2009 a Forlì con L.V.I.A.

 

A settembre del 2009 è stato realizzato a Quito un seminario dal titolo “Ambiente y pobreza” in collaborazione con la PUCE (Pontificia Universidad Catolica del Ecuador). un progetto pilota per un futuro decentramento in Ecuador

Siffatte proposte formative, pur inquadrandosi nel percorso tracciato dal Corso di Roma, si caratterizzano per la loro specifica didattica e ricchezza di contenuti.



Prof. Vincenzo BUONOMO (Coord. scientifico), ordinario di Diritto Internazionale e di Organizzazione Internazionale presso le Facoltà giuridiche della Pontificia Università Lateranense (Roma);

 

Prof. Sergio MARCHISIO, ordinario di Diritto Internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “Sapienza” di Roma e direttore dell’Istituto di Studi Giuridici Internazionali del CNR;

 

Prof. Antonio PAPISCA, ordinario di Relazioni Internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova e direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca e Servizi sui Diritti della Persona e dei Popoli dell’Università di Padova;

 

Prof. Umberto TRIULZI, ordinario di Politica Economica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “Sapienza” di Roma;

 

Prof. Ugo VILLANI, ordinario di Diritto Internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università “LUISS Guido Carli” di Roma.



14giu1314 giugno 2013
Cittadini italiani e cittadini del mondo: l’estensione del diritto di cittadinanza nelle nuove famiglie immigrate






23apr1323 aprile 2013
SIRIA 2 anni dopo: responsabilità ed esperienze a confronto






14giu12 14 giugno 2012
MICROCREDITO: quando il credito, prima ancora che moneta, è fiducia alla persona e al suo progetto
Dossier Microcredito
Sintesi Progetto "Micro-Micro"
Presentazione permicro pdf 1/2 pdf 2/2


15giu1115 giugno 2011
DIRITTI UMANI E IMPRESA: quale imprenditorialità per il futuro?






02feb112 febbraio 2011

LE MIGRAZIONI ANDINE IN ITALIA
Contesti di partenza e legami transnazionali






16apr1016 aprile 2010

Per un'agenda di speranza:
AGRICOLTURA, CLIMA E NUOVE POVERTÀ






03set093 settembre 2009

AMBIENTE Y POBREZA







28mag0928 maggio 2009

ACCOGLIERE GLI IMMIGRATI
Testimonianze di inclusione socio-economica






27mag0827 Maggio 2008

LOBBYING E DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA: ISTRUZIONI PER L'USO







24gen08bis24 Gennaio 2008

IL FORUM SOCIALE MONDIALE: DA PORTO ALEGRE A BELEM 2009

per un cambiamento culturale verso una nuova giustizia sociale






03mag073 maggio 2007

I POPOLI DELLA FAME INTERPELLANO I POPOLI DELL’OPULENZA
 

La Cooperazione allo sviluppo dell'Unione Europea fa la differenza per i poveri?





15giu0615 giugno 2006

TRA SICUREZZA E SVILUPPO:
il rischio di militarizzazione della cooperazione internazionale

DOCUMENTO di posizione FOCSIV 

Intervista Prof. Filippo Andreatta 




26apr200626 aprile 2006

TRA DIRITTO E MERCATO CHI GOVERNA?

per una reale implementazione del diritto al cibo e della sovranità alimentare






15giu05bis15 giugno 2005

Verso il Millennium summit+5:
l'appello di Kofi Annan ai Parlamenti per la riforma delle Nazioni Unite

Intervento Sergio Marelli

Articolo Riforma delle N.U. di Papisca

Appello di K. Annan ai parlamentari



12apr0512 aprile 2005

"Unione Europea e sovranità alimentare, la chiusura del Doha Round a Hong Kong: un vero round per lo sviluppo?"






16giu0416 Giugno 2004

Il servizio civile per una cittadinanza europea attiva e solidale







01apr041 Aprile 2004

No Dumping: per un partenariato globale contro la fame







03lug033 Luglio 2003

Un nuovo ordinamento globale per la pace






14mag0314 Maggio 2003

Verso la Conferenza di Cancun: il negoziato dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e il dumping






10lug0210 Luglio 2002

Da Rio a Johannesburg: sfide ed impegni futuri nel cammino degli Stati per uno sviluppo sostenibile






seminario_11apr0211 Aprile 2002

Riforma della 185/90 e commercio delle armi: Quali implicazioni per la cooperazione allo sviluppo italiana?






12lug0112 Luglio 2001

Salute nei PVS: diritto o bene di consumo?







04apr014 Aprile 2001

Verso un nuovo assetto finanziario mondiale: G8 di Genova e prospettive italiane

Atti del seminario



MODALITÀ di ISCRIZIONE

Il numero minimo di iscritti per l’attivazione della SPICeS è fissato a 20 ed il numero massimo a 40.

Le domande verranno accolte in ordine di arrivo; al raggiungimento del tetto massimo sarà stilata una lista d'attesa.

Il numero minimo di iscritti per l’attivazione del Master è fissato a 15 ed il numero massimo a 30.

Le domande verranno accolte in ordine di arrivo; al raggiungimento del tetto massimo sarà stilata una lista d'attesa.

La domanda di iscrizione completa di CV,  foto tessera (anche in formato digitale), certificato di laurea e copia del versamento dell’acconto di € 300,00* deve pervenire entro l’8 dicembre 2013 alla segreteria presso la sede della FOCSIV con una delle seguenti modalità:

  • e-mail   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
  • fax 06 68 72 373
  • posta          FOCSIV - SPICeS - via San Francesco di Sales, 18 - 00165 Roma

 * l’acconto di 300 euro verrà rimborsato nel caso di mancata attivazione dei corsi o di esubero delle domande

  1. Graduatoria: l’accettazione della domanda sarà comunicata agli ammessi tramite posta elettronica entro il 10 dicembre.
  2. Immatricolazione: a seguito della comunicazione il corsista dovrà procedere con l’immatricolazione entro 10 giorni (20 dicembre) inviando la ricevuta dell'avvenuto pagamento della quota di iscrizione (I rata per il master).
  3. Quota di iscrizione:
  • SPICeS € 1.300,00 (300,00 al momento della domanda, 1.000,00 al momento dell’immatricolazione)
  • Master € 2.500,00 (300,00 al momento della domanda, 1200,00 al momento dell’immatricolazione e 1000,00 entro il 28 febbraio 2014)
  • Modalità di pagamento: i versamenti possono essere effettuati con una delle seguenti modalità:
  • C/C postale n° 87781001
  • C/C bancario Banca Etica – IBAN IT  35 D 05018 03200 000000510010

intestati a FOCSIV e specificando "Iscrizione SPICeS o Iscrizione Master 2014 - Nome e Cognome”



 
Per Info:
e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
tel. 06 6877796


DOVE SIAMO


 







Il percorso del MASTER prevede la realizzazione di 500 ore di stage.
La SPICeS offre, a chi in regola con la frequenza, l'opportunità di effettuare un'esperienza sul campo in Italia o all'estero per periodi di 3/6 mesi.

 

SELEZIONE
Le selezioni sono effettuate dagli Enti ospitanti o di invio sulla base di:

  • caratteristiche "professionali" e personali;
  • tipo di Organizzazione partner;
  • CV;
  • colloquio individuale;
  • conoscenza delle lingue.

COSTI
La FOCSIV garantisce la copertura assicurativa (infortuni / sanitaria / RC) e per le esperienze all'estero l'alloggio.
Il resto dei costi (viaggio, vitto, etc) sono a carico dello stagista.

stage






























Le convenzioni predisposte con Associazioni, Enti ed ONG per gli stage in Italia o all'estero variano di anno in anno.

A titolo di esempio negli ultimi anni sono state realizzati stage presso: 

AMU, Azione per un Mondo Unito - Bolivia

AZIONEAMU, organizzazione non governativa italiana per lo sviluppo dei popoli.
Lavoriamo nel campo della cooperazione, della formazione e dell’educazione allo sviluppo e cerchiamo di percorrere ogni giorno un nuovo tratto di strada verso un Mondo Unito.

L’AMU opera in paesi dell’America Latina, Africa, Asia ed Europa dell’Est, con interventi di cooperazione che riguardano diversi settori: sostegno alle necessità primarie, sviluppo dell’agricoltura e dell’artigianato, microimprenditoria, educazione di base, formazione professionale, interventi post-emergenza, sviluppo sociale. - www.amu.it


Archivio Disarmo - Roma

ARCHIVIODISARMO
Archivio Disarmo è un Istituto di ricerca fondato da Luigi Anderlini nel 1982, che studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale.

Le attività di ricerca sono condotte da gruppi di lavoro ad hoc in cui cooperano docenti universitari e ricercatori specializzati italiani e stranieri. Le attività di formazione si avvalgono del contributo di formatori esperti provenienti dal mondo accademico e delle ONG. - www.archiviodisarmo.it

ASPEm, Associazione Solidarietà Paesi Emergenti - Cantù



aspemRealizziamo progetti di sviluppo concordati con partners locali per contribuire alla costruzione di un futuro sostenibile per tutti.

Instauriamo rapporti di scambio permanenti con le comunità con le quali veniamo in contatto. Diffondiamo forme di collaborazione tra realtà di diversi paesi che riconoscono nello scambio uno strumento per l’affermazione della propria identità e di un modello di sviluppo reciproco.

Realizziamo attività di Educazione alla Cittadinanza Mondiale. - www.aspem.org

Caritas Italiana - Roma


La Caritas Italiana è l'organismo pastorale della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) per la promozione della carità. Ha lo scopo cioè di promuovere «la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica». - www.caritasitaliana.it


CEAS, Comisión Episcopal de Acción Social - Perù


CEAS
CEAS, es un órgano de servicio de la Conferencia Episcopal Peruana, para la defensa y promoción de los derechos humanos desde el Evangelio y la Doctrina Social de la Iglesia. Participa en la animación, asesoría, promoción y coordinación de la Pastoral Social a nivel Nacional. Promueve una pastoral de los Derechos Humanos que consolide la justicia, la democracia, el desarrollo y la paz en el Perú.
CEAS forma parte del Área de Pastoral Social de la Conferencia Episcopal Peruana, conjuntamente con Cáritas del Perú, el Departamento Episcopal de Pastoral de Salud, el Departamento Episcopal de Movilidad Humana y la Campaña Compartir. - www.ceas.org.pe

Centro Astalli - Roma


ASTALLI
L'Associazione Centro Astalli (sede italiana del Jesuit Refugee Service) ha iniziato la sua attività nel 1981, dopo la fondazione del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati ad opera di P. Pedro Arrupe, allora Superiore generale dei Gesuiti. Accompagnare, servire, difendere i diritti dei rifugiati e degli sfollati di tutto il mondo: questa è la missione che il Centro Astalli ha scelto di portare avanti nella realtà italiana. - www.centroastalli.it

CESIE, Centro Studi ed Iniziative Europeo - Palermo



CESIEIl CESIE – Centro Studi ed Iniziative Europeo – è un'organizzazione senza scopo di lucro, apolitica, apartitica e aconfessionale. È stata fondata nel 2001 ispirata dall'attività e dal messaggio dell'attivista Danilo Dolci (1924-1997).
L'organizzazione, che opera sia a livello locale che internazionale, è impegnata nella promozione dello sviluppo culturale, educativo – formativo, scientifico ed economico attraverso l'applicazione e lo sviluppo di metodologie e strumenti innovativi e partecipativi. - www.cesie.org

CISV, Comunità Impegno Servizio Volontariato - Torino


CISVCISV, Comunità Impegno Servizio Volontariato, è un'associazione comunitaria, senza scopo di lucro, laica e indipendente, fondata nel 1961, impegnata nella lotta contro la povertà e per i diritti umani.
Come organizzazione non governativa realizza progetti di cooperazione internazionale, con l'obiettivo di favorire l'autosviluppo delle comunità locali, in appoggio alle organizzazioni contadine e alla società civile. Oggi è presente in 12 paesi, in Africa e in America Latina.
In Italia opera in particolare nel campo dell'educazione alla cittadinanza mondiale e della comunicazione per lo sviluppo; svolge attività di accoglienza profughi e richiedenti asilo e collabora con varie associazioni di migranti per progetti di co-sviluppo. - www.cisvto.org

CO.P.E., Cooperazione Paesi Emergenti - Tanzania, Madagascar



copeTraendo ispirazione dall'Articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo: "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza", il CO.P.E. crede fermamente nell'importanza di stimolare, promuovere e rafforzare la cooperazione con i popoli dei paesi emergenti promuovendo il progresso materiale, sociale, culturale e morale degli individui e dei gruppi più svantaggiati e le relazioni tra Nord e Sud del Mondo. - www.cope.it 

CVM, Comunità Volontari per il Mondo - Ancona


CVM
Il CVM (Comunità Volontari per il Mondo) è un gruppo di persone che condividono ideali, esperienze e un'utopia: un mondo migliore è possibile. Da oltre trent'anni, la nostra ONG promuove, nel Sud del Mondo, progetti di autosviluppo e, in Italia, iniziative di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui problemi dello squilibrio fra Paesi. - www.cvm.an.it


Fedepaz, Fundación Ecuménica para el Desarrollo y la Paz - Perú


fedepazFEDEPAZ es una asociación sin fines de lucro que promueve, desde una perspectiva ecuménica, la vigencia de valores fundamentales para la sociedad peruana. En particular, los relativos a la vida, la libertad , la justicia, la equidad, el desarrollo humano y sostenible.
En 1993, en medio de una difícil situación de violencia política y social, un grupo de profesionales cristianos funda FEDEPAZ con la finalidad de ofrecer un testimonio de compromiso con la defensa de la vida, de los derechos humanos, la solidaridad con los que más sufren y con la democracia.
La afirmación de una perspectiva cristiana incluye también a otras de no creyentes, quienes se unieron por la firme convicción de la defensa de la vida y la dignidad humana. - www.fedepaz.org

FMSI Onlus - Roma


FMSILa FMSI Onlus è stata istituita per uno scopo: fare del mondo un posto migliore per i bambini e i giovani.
Ispirata al carisma di S. Marcellino Champagnat e promossa dalla Congregazione dei Fratelli Maristi delle Scuole, la FMSI è impegnata da oltre dieci anni nel campo della solidarietà internazionale. E' stata costituita ufficialmente a Roma nel 2007 come fondazione riconosciuta ed ha ottenuto la qualifica di organizzazione non lucrativa di utilità sociale (onlus). - www.fmsi-onlus.org

FOCSIV, Volontari nel mondo - Roma


FOCSIVFOCSIV è la più grande Federazione di Organismi di Volontariato Internazionale presente in Italia. Oggi ne fanno parte 65 Organizzazioni di ispirazione cristiana, che contano 5.360 Soci, 610 gruppi d'appoggio in Italia e oltre 36.000 persone tra aderenti e sostenitori. Sono oltre 400 i volontariespatriati nei nostri 440 progetti di sviluppo e circa 6.000 gli operatori locali. In Italia più di 5.000 volontari collaborano alle iniziative promosse sui territori e nella gestione dei progetti nei PVS. www.focsiv.it


Fondazione Migrantes - Romania


MIGRANTESLa fondazione «Migrantes» è l'organismo costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana per assicurare l'assistenza religiosa ai migranti, italiani e stranieri, per promuovere nelle comunità cristiane atteggiamenti ed opere di fraterna accoglienza nei loro riguardi, per stimolare nella stessa comunità civile la comprensione e la valorizzazione della loro identità in un clima di pacifica convivenza rispettosa dei diritti della persona umana. www.migrantes.it


LATS, Lebialem Association for Twinning of Schools - Cameroon


LATSUn ponte tecnologico con il Camerun.
Il piano operativo di inclusione digitale e sociale a favore delle scuole della regione Lebialem, municipalità di Menji, in Camerun, è finanziato dalla Regione Lazio, coordinato dalla Fondazione Mondo Digitale, e realizzato sul territorio da Scuole in Rete di Roma (SIR) e Lebialem Association for Twining of Schools (LATS).
L'obiettivo generale è realizzare nuovi rapporti di fraternità tra i popoli in un'ottica d'interdipendenza e reciproco arricchimento spirituale, culturale, sociale, economico. 

DGCS, Direzione Generale Cooperazione Sviluppo - Roma


ESTERI La DGCS si occupa di attuare le linee di cooperazione e le politiche di settore nei diversi Paesi, di stabilire rapporti con le Organizzazioni Internazionali, con l'Unione Europea e con le Organizzazioni non governative.
Svolge attività di gestione dei fondi da destinare agli aiuti allo sviluppo e agli interventi umanitari di emergenza. Tutte le iniziative che prevedono impegni rilevanti sotto il profilo finanziario sono approvate da un Comitato Direzionale. OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. - www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it 

OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni - Roma



OIMFondata nel 1951, l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) è la principale organizzazione intergovernativa in ambito migratorio. L'Italia è uno dei paesi fondatori.Attualmente gli Stati Membri sono 151 e quelli Osservatori sono 12, a cui si aggiungono numerose Organizzazioni Intergovernative e non Governative. L'OIM ha una struttura flessibile e ha oltre 460 uffici dislocati in più di 100 paesi.Il Quartier generale dell'OIM è a Ginevra. La Missione OIM in Italia con sede a Roma, esercita un ruolo di coordinamento per i paesi dell'area mediterranea. - www.italy.iom.int

PeruEtico - Perù


PERETICOL'Associazione PeruEtico Italia nasce nel 2008, in Italia, con l'indispensabile aiuto ed appoggio in Italia di amici, ex-viaggiatori e volontari.
Dalla sua nascita l'Associazione ha come obiettivo principale la raccolta di fondi per finanziare micro-progetti a favore delle Case Famiglia e dei progetti selezionati in Perù (Tikapata, Mosoq Runa, Hogar de las Estrellas, Ceprof, CEIMDA e Comunità di Huayllano). www.peruetico.com


Solidarietà e Cooperazione CIPSI - Roma



CIPSISolidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa 37 organizzazioni non governative di sviluppo ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l'obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà. - www.cipsi.it

Un ponte per...- Roma



UNPONTEPERUn ponte per... è un'associazione di volontariato per la solidarietà internazionale nata nel 1991 subito dopo la fine dei bombardamenti sull'Iraq e l'inizio dell'embargo, con lo scopo di promuovere iniziative di cooperazione a favore della popolazione irachena colpita dalla guerra.
Da allora lavora per prevenire nuovi conflitti, in particolare in Medio Oriente, in Serbia e in Kosovo, attraverso campagne di informazione, scambi culturali e progetti di cooperazione internazionale, sempre in stretta collaborazione con le organizzazioni della società civile dei paesi in cui operiamo. - www.unponteper.it

Vides Internazionale - Roma



VIDESUn'associazione internazionale di volontariato promossa dall'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice o Salesiane di Don Bosco, che si ispira al progetto educativo salesiano.
Per la difesa dei diritti umani, in particolare dei bambini delle donne e dei giovani.
Per la promozione del volontariato a livello locale e internazionale.
Per il sostegno a distanza dei bambini e delle loro famiglie.
Per il protagonismo dei giovani come cittadini attivi e responsabili. www.vides.org

WFP, World Food Programme - Roma



WFPIl Programma Alimentare Mondiale (WFP - World Food Programme) è la più grande organizzazione umanitaria al mondo. L'agenzia si occupa di assistenza alimentare per combattere la fame.
Nelle emergenze, l'agenzia fornisce cibo là dove è necessario, salvando la vita alle vittime di guerre, di conflitti civili e di disastri naturali. Una volta conclusa l'emergenza, l'assistenza alimentare aiuta le persone a ricostruire la propria vita e quella delle comunità in cui vivono. Il WFP è un'agenzia delle Nazioni Unite finanziata esclusivamente su base volontaria. - it.wfp.org

«InizioPrec.12Succ.Fine»
Pagina 1 di 2