• Corn shows the affect of drought in Texas. USDA photo by Bob Nichols.

    Simposio Internazionale:”Una Transizione Giusta per la nostra Casa Comune: Energia, Lavoro e Sradicamento della Povertà.”

    Giovedì 23 Giugno 2016 a Roma, dalle ore 9 alle ore 17, presso la Sala del Parlamentino del CNEL, Viale David Lubin, 2,  WWF e FOCSIV (Federazione degli Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario) hanno organizzato il Simposio Internazionale “Una Transizione Giusta per la nostra Casa Comune: Energia, Lavoro e Sradicamento della Povertà”.

    Affrontare il cambiamento climatico è un elemento costitutivo dello sviluppo sostenibile: per questo  richiede una visione ampia e un approccio partecipativo ed equo, perché sia un’occasione per correggere gli elementi di iniquità e le vecchie e nuove povertà, non per crearne di nuove. Occorre fare in modo che si garantisca una vera riconversione che tenga conto non solo delle infrastrutture produttive, ma anche delle persone in carne e ossa. È necessario che istituzioni, attori sociali ed economici, centri di fermento culturale mettano in comunicazione competenze e sensibilità per assicurare che si vada nel senso giusto e per trovare anche strumenti e idee innovative. Per questo è indispensabile alimentare un dialogo condiviso, come ci invita a fare anche Papa Francesco nell’Enciclica “Laudato Si'”.

    Il Simposio vuole riunire molti esperti in ambito di rappresentanze sindacali, organizzazioni non governative, finanza, università, comunità religiose e istituzioni provenienti da tutto il mondo per discutere e costruire relazioni che apriranno la strada a una maggiore comprensione e collaborazione, per accelerare una giusta transizione energetica verso società resilienti a basse emissioni di carbonio, salvaguardando il lavoro di tutti.

    Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link al quale è possibile trovare maggiori informazioni sull’evento (*).

    Vi aspettiamo!

    NB : In caso di domanda eccessiva, riceverete una comunicazione perché cercheremo di assicurare una equa distribuzione anche geografica dei partecipanti; altrimenti potrete considerarvi registrati.