• saluto ad Enrico 22.12.2016

    Tirando le somme: un anno da volontario nell’EU Aid Volunteers Programme

    La formazione finale a Parigi (5-7 dicembre 2016) è stata una nuova occasione per incontrare tutti i compagni di viaggio di questa esperienza di volontariato nell’ambito del programma di aiuto umanitario EU Aid Volunteers. Durante la nostra riunione abbiamo condiviso i momenti più significativi di un percorso da un lato simile, perché orientato allo stesso obiettivo, ovvero ottenere la certificazione affinché l’organizzazione in cui si è svolto il servizio possa inviare gli EU Aid Volunteers nei paesi extra europei. Dall’altro, un’esperienza peculiare per ciascuno di noi poiché ognuno ha lavorato in un contesto, in un paese e in un’organizzazione diversa, orientato verso obiettivi specifici, con differenti gradi di responsabilità.

    Formazione SC francese _ 5-7 dic 2016Ci siamo trovati a parlare della preoccupazione dei primi giorni per un impegno che a volte sentivamo al di sopra della nostra portata, delle difficoltà e dello scontro con i nostri limiti, dei risultati ottenuti nel corso dell’anno e delle piccole soddisfazioni, degli scambi e delle avventure in giro per l’Europa, confermando quanto le nostre esperienze e culture possano essere vicine, ma scoprendo anche tante differenze che ci rendono peculiari, ci caratterizzano e ci spingono a ulteriori confronti e verso nuove consapevolezze. Un’italianissima pastasciutta e i discorsi intorno al tavolo fino a notte fonda, una risata amara che solleva questioni aperte dopo una freddura in perfetto stile inglese, il calore degli ateniesi e i migranti intrappolati nel limbo dei campi, l’impegno nella Solidarietà e il significato che si attribuisce al Volontariato internazionale, sono alcuni esempi dove sono emerse tante differenze, preoccupazioni simili e la stessa determinazione verso obiettivi diversi che ci identificano e che ci rendono tutti così simun anno in foto nel progettoili.

    Personalmente, l’anno di servizio civile è stata un’opportunità densa e ricca di avventure, in cui l’impegno costante sul processo di certificazione per FOCSIV non è stato che l’aspetto più evidente di un’esperienza di crescita molto più complessa, totale, sia dal punto di vista personale che professionale. Un anno di volontariato in cui mi sono sentito veramente parte del team FOCSIV e un anno di apprendimento in cui ho ricevuto una guida attenta e instancabile.

     Per quanto riguarda il programma EU Aid Volunteers, sono iniziati i primi progetti di deployment e i volontari sono vicini alla partenza. Sarà interessante osservare come saranno sviluppati gli interventi di aiuto umanitario, le relazioni che i volontari riusciranno a stabilire con le realtà locali e come saranno risolti gli ultimi aspetti che non sono ancora completamente chiari.

    Saluto FOCSIV dopo aver contribuito al lavoro sulla richiesta di certificazione, sicuro che nel prossimo anno anche noi saremo parte dei progetti di invio.

    A presto!

    Enrico Guglini (dal 31/12/2015 al 30/12/2106 Civic Service Volunteer within the Volunteeering in Humanitarian Aid Projects)

    Ecco il video che racconta l’inizio del servizio: