• INCLUSIONE SOCIALE NEL MEDITERRANEO

    Gli organismi della società civile lavorano per una cooperazione tra territori fondata sull’inclusione sociale

    Gli organismi della società civile, a cui è dedicato il nuovo numero della Collana Strumenti, sono un attore attivo per la democrazia e la coesione sociale nel Mediterraneo.

    Hanno costruito nel tempo un capitale sociale transnazionale, competenze, capacità e influenza politica, fattori che costituiscono un patrimonio da investire per un futuro più giusto e sostenibile. Hanno creato relazioni tra territori italiani e del Mediterraneo, coinvolgendo autorità pubbliche e attori privati, realizzando attività concrete per l‘inclusione sociale e lo sviluppo locale e transnazionale. Hanno raggiunto risultati importanti per favorire l’inclusione dei gruppi sociali vulnerabili e di territori svantaggiati, favorendone l’acquisizione di potere e la partecipazione alla costruzione delle politiche locali e di cooperazione transnazionale.

    Nella pubblicazione si riconosce, inoltre, il rilevante ruolo di questi organismi rispetto alla crisi, di come stiano rispondendo a tale critica situazione rilanciando una visione di Europa più positiva, sociale ed aperta al Mediterraneo, contrastando le divisioni e le misure che creano fortezze.

    La seconda parte del numero è rivolta alle esperienze di alcuni organismi FOCSIV realizzate nel Mediterraneo, progetti di cooperazione, sviluppo e inclusione sociale che mostrano concretamente quanto è stato attuato in diversi Paesi con un approccio transnazionale per la trasformazione democratica e sociale di questa area.

    Sfoglia Strumenti_38/2013