• « Torna ai risultati

    Campi di Lavoro e Solidarietà 2018 estero, IBO Italia

    Area geografica

    Europa

    Paese

    Extra UE

    Età minima

    18

    Durata

    1 mese

    Tipo di programma

    Campi di lavoro

    Ambito di attività

    Vario

    Stato del bando

    Aperto

    Le anteprime sui campi di Lavoro e Solidarietà in  Europa e Sud del Mondo pubblicate da IBO Italia.

    Campi di Lavoro e Solidarietà in Europa

    C’è un vecchio monastero, a Maria Langegg, là dove i faggeti del Dunkelsteinerwald si diradano nella soleggiata campagna austriaca. Nel loro cammino verso Santiago de Compostela, pellegrini di ogni nazione vi fanno tappa, ospitati dalla Comunità delle Beatitudini, che gestisce la struttura e con cui IBO collabora ormai da anni. È per questo che, ora che il trascorrere del tempo ha reso necessario qualche lavoro di rinnovamento dell’edificio, la Comunità ha pensato di rivolgersi anche a noi. Nella seconda metà di agosto, sei volontari raggiungeranno il monastero e per dieci giorni si daranno da fare per tinteggiarlo a nuovo. Due di loro saranno italiani e partiranno con noi: che ne dici, pensi che uno dei due potresti essere tu?

    Estonia, inizio agosto. Siamo nel cuore del Parco Nazionale di Soomaa, nella Tipu Nature School. La missione di questa scuola? Insegnare a chi si trovi a visitare le meraviglie della riserva, cosa significhi rispettare davvero l’ambiente in cui viviamo. Quest’estate, le strutture dell’organizzazione ospiteranno un Campo di Lavoro e Solidarietà dedicato a dodici giovani provenienti da ogni parte d’Europa. Qui a IBO siamo già carichi e pronti a far partire i due volontari che occuperanno i posti riservati all’Italia: ti vedi già in stivaloni e giacca a vento mentre progetti aree verdi tra i sentieri e i laghi del Parco Nazionale? Unisciti a noi, aspettavamo proprio te!

    Campi di Lavoro e Solidarietà nel Sud del Mondo

    Hai più di 21 anni e ti senti pronto ad affrontare, magari per la prima volta nella vita, una realtà del tutto diversa da quella in cui hai sempre vissuto? America Latina, Asia, Africa: i campi che IBO sta organizzando per il 2018 nel Sud del Mondo, potrebbero rappresentare la sfida che che stavi cercando. Siamo solo all’inizio (sappi che nei prossimi mesi le proposte si moltiplicheranno: stay tuned!), ma ecco già qualcuno dei progetti che stiamo mettendo a punto.

    In America Latina

    Cochabamba, Ande boliviane. Un universo in cui la povertà interessa larghi strati di popolazione e sfilaccia anche i più basici rapporti familiari. Un universo duro, con decine e decine di giovanissimi che si trovano pressoché abbandonati a se stessi. È a loro che la Ciudad de los Niños indirizza il suo impegno, con la ferma intenzione di dar loro un futuro dignitoso. Cinquanta ragazze e ragazzi italiani, nel corso del 2018, avranno la possibilità di contribuire a questa missione, condividendo le esperienze degli ospiti della struttura ed affiancandone il personale in tutte le mansioni quotidiane: dalla manutenzione elettrica, ai laboratori teatrali, passando per l’aiuto nei compiti scolastici e l’artigianato della tela aguayo. Credi di essere la persona giusta per affrontare questa sfida? Sì? Allora dai un’occhiata al nostro calendario e… comincia a preparare la valigie!

    In Asia

    Anche in India, nella città di Bellary, potrai lavorare accanto ai bambini. Più precisamente, accanto a quei circa settanta di cui si prendono cura le suore del Centro Nava Jeevana. A proposito, sai cosa vuol dire “nava jeevana”? Indizio: è quella che stiamo cercando di donare alle bimbe e ai bimbi del Centro che, pur essendo affetti da disabilità, non hanno certo perso il diritto di averla. Una “nuova vita”, così tradurremmo in italiano. Tre settimane di volontariato internazionale, così potrai tradurlo tu in azioni. I biglietti staccabili per la partenza sono ventuno, scanditi in varie tranche nella seconda metà del 2018. Il calendario con le date di partenza e rientro in Italia è già online: se il progetto che stavi aspettando è questo, vai a controllarle e tieniti pronta/o!

    In Africa

    È il momento di spostarsi sull’altra riva dell’Oceano Indiano, in Madagascar. La grande isola africana, anche quest’anno, accoglierà tantissimi giovani impegnati in esperienze di volontariato di ogni tipo. A Vohimasina, ad esempio, l’Associazione Zanantsika ha già aperto le iscrizioni per un progetto che potrebbe vederti impegnato in prima linea già nel prossimo luglio o agosto. Se ti stai chiedendo “ma cosa andrò a fare, nel dettaglio?”, una prima risposta potrebbe essere questa: farai animazione per i bambini, imparerai come si fabbrica un mattone eco sostenibile, scoprirai come si intreccia una stuoia, andrai a visitare le scuole locali, ti dedicherai al giardinaggio nelle aiuole malgasce e, se conosci il francese, ti potrai anche sperimentare nell’insegnamento della lingua italiana al personale dell’associazione.

    “Come iscriversi ad un Campo di Lavoro e Solidarietà in 5 minuti”

    • Vai alla pagina del nostro sito dedicata ai Campi 2018 e scorri fino a quella lunga lista con le date di partenza e (ahimè) ritorno;
    • Vedi quelle piccole etichette in alto, che dicono “Campi in Italia”, “Campi in Europa”, “Campi Extra-Eur”? Ottimo! Usale per navigare fra le nostre proposte che, anche se sparse in giro per il globo, troverai ben disposte in ordine alfabetico;
    • Hai trovato il progetto che ti interessa? NON cliccare subito su “iscriviti”! Prima, apri la scheda del Campo cliccando sul suo nome (ad esempio “BOLIVIA Cochabamba”). A questo punto, scorri la pagina fin quando non trovi, al suo interno, le date che ti interessano. Viste? Bene, adesso puoi cliccare sul bottone ISCRIVITI che gli sta di fianco. Facile, no?
    • Compila la scheda di partecipazione e conferma la richiesta;
    • Mettiti comodo;
    • Aspetta una nostra telefonata: ci metteremo in contatto con te per fare due chiacchiere, orientarti nella tua scelta e darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per organizzare al meglio la tua partenza.
    • Costi. Ebbene sì, un campo costa (purtroppo non sono esperienze finanziate o sostenute). Costa perché organizzarli, monitorarli, valutarli, visitarli, prepararli, assicurare i volontari sono attività che costano e impiegano risorse. E’ prevista quindi una quota di iscrizione, il costo del viaggio per raggiungere il campo (aereo, treno, macchina, etc..) e, in alcuni casi, un extra (già chiaro prima di iscriverti e partire) da dare alla comunità che ospita come segno di condivisione. Trovi tutti i dettagli nella sezione Come Partecipare.