• Premio del Volontariato Internazionale 2011. “DALLE ALPI ALLE ANDE, LA PACIFICA RIVOLUZIONE DI RICCARDO GIAVARINI”

    In vista della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite che si celebrerà il 5 dicembre, e in occasione della chiusura dell’Anno europeo del volontariato, FOCSIV – Volontari nel mondo nel 40esimo anniversario della sua fondazione consegna il Premio del Volontariato internazionale 2011 a Riccardo Giavarini dell’Ong federata ProgettoMondo MLAL.

     

    La premiazione si terrà sabato mattina 3 dicembre p.v. a Roma presso la Sala degli Arazzi in Rai (viale Mazzini 14) e vedrà la partecipazione del cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

    L’evento è realizzato in collaborazione con il Segretariato Sociale Rai e in media partnership con Famiglia Cristiana.

     

    NOTA PER LE TV: Per richiedere il girato in dvd o beta con le immagini in audio ambiente e le interviste senza sottopancia scrivere a ufficiostampa@focsiv.it
     
     

     

    Testo

     

    DIDASCALIA IMMAGINI

     

     

    Grande quanto la Francia e la Germania messe insieme, la Bolivia conta appena 10 milioni di abitanti di cui il 36 per cento vive in povertà e il 12 per cento in miseria dovendo sopravvivere con circa un euro al giorno.

    Narcotraffico, corruzione, alcol e prostituzione minorile sono le piaghe più dolorose di questo pezzo di America Latina. Un contesto difficile in cui il volontariato internazionale gioca un ruolo fondamentale per sostenere lo sviluppo.

     

     

    –          panoramica di La Paz ripresa dall’alto

    –          bambino al mercato di El Alto, cittadina povera al nord di La Paz

    –          donne boliviane al mercato di El Alto

    –          dettaglio mercato di El Alto

    –          dettaglio bambina periferia di La Paz

    –          mercato legale delle foglie di coca (una parte di questa produzione però a volte sfugge al controllo e arriva al mercato illegale)

    –          immagini di strada notturne nella periferia di La Paz, verso El Alto

    –          dall’interno dell’auto dettaglio volontarie sulla sinistra che dialogano con le baby prostitute sulla destra

    –          immagini bambine vittime di violenza sessuale commerciale

    –          dettaglio bambine

    –          porta di ingresso di locale a luci rosse dove si prostituiscono alcune bambine

    –          dettaglio bambina sulla strada che si mostra ai passanti

    –          dettaglio bambina che va via con cliente

    –          dettaglio bambine

    –          alcolizzati

     

     

    dichiarazione: Vescovo di El Alto, Monsignor Jesus Juarez Parraga

     

     

    “In questo contesto la presenza di volontari provenienti da diversi Paesi europei, in particolare dall’Italia, dalla Spagna, dalla Francia e dalla Germania è un vero dono, un regalo di Dio”

     

     

    Nella periferia di La Paz, la città sede del governo guidato dal presidente Evo Morales, da 35 anni opera il bergamasco Riccardo Giavarini dell’ONG ProgettoMondo Mlal, vincitore della XVIII edizione del Premio del Volontariato Internazionale indetto dalla FOCSIV.

     

     

    –          via dei negozi a La Paz

    –          il volontario Riccardo Giavarini in auto e camera car 

    –          dettaglio Governo Evo Morales

    –          carrellata strada El Alto con polizia

    Assistente sociale impegnato nella promozione dei diritti umani, Riccardo oggi ha 56 anni, è sposato con una donna boliviana, ed è padre di cinque figli.

     

    –          il volontario Giavarini a casa sua con la moglie sfoglia foto dei suoi ricordi

     

    Ogni giorno al servizio degli ultimi e dei più bisognosi, attraverso il dialogo con le istituzioni locali è riuscito ad attivare processi di cambiamento che hanno inciso nella società boliviana.

     

    –          il volontario accanto ad un ammalato

    –          Giavarini esce di casa con un gruppo di boliviani

    –          Giavarini al lavoro nel suo ufficio

    –          Giavarini si muove a La Paz

    –          Giavarini con il vescovo

     

    Ne è dimostrazione il primo carcere minorile del Paese “Qalauma”. Il progetto è la risposta concreta al bisogno dei giovani di vivere la detenzione come un’occasione di formazione e di riscatto in alternativa al carcere di san Pedro a La Paz dove i minori sono detenuti con gli adulti in un contesto di assoluto degrado.

     

    –          Giavarini entra nel carcere di Qalauma con il direttore Mendoza

    –          Attività di formazione dei ragazzi detenuti a Qalauma

    –          Giavarini con un gruppo di giovani detenuti a Qalauma in isolamento perché violenti

    –          Attività di formazione dei ragazzi a Qalauma

    – Immagini interne del carcere di san Pedro a La Paz

     

    dichiarazione: Ernesto Michel Mendoza, direttore Centro Qalauma

    “Questo Centro ha lo scopo di formare e reinserire nella società

    i giovani che hanno avuto problemi con la legge

     

    E’ un modello alternativo alle carceri comuni presenti nel nostro Paese

     

    E’ il primo centro di questo tipo realizzato qui in Bolivia

    grazie alla collaborazione di Riccardo Giavarini

    e dell’ONG ProgettoMondo Mlal che ha reso possibile la costruzione di questo Centro”.

     

     

    Impegnato, inoltre, nella lotta contro la prostituzione minorile, Riccardo è direttore della Fondazione Munasim Kullakita che lavora nell’ambito dell’accoglienza delle bambine vittime di violenza sessuale commerciale e della prevenzione attraverso attività di sensibilizzazione di genitori, adulti e istituzioni.

    Oggi una decina di bambine recuperate dalla strada sono ospiti della Casa famiglia Munasim Kullakita e sognano un futuro migliore.

     

     

     

    –          Giavarini con una volontaria

    –          Giavarini con le bambine recuperate dalla strada

    –          Dettaglio bambine ospiti della casa famiglia Kullakita

    –          Giavarini al mercato di La Paz mentre fa attività di prevenzione

     

    Riccardo a La Paz è un punto di riferimento per tanti, ma non esistono eroi solitari. I risultati del suo lavoro sono frutto di uno sforzo comune dell’ONG ProgettoMondo Mlal in rete con FOCSIV.

     

     

    –          Giavarini entra nell’ufficio di ProgettoMondo Mlal, socio FOCSIV a La Paz

     

    –          DICHIARAZIONE Giavarini sul significato della sua premiazione

     

    –          Giavarini al lavoro con i suoi collaboratori, volontari ed educatori

     

    –          DICHIARAZIONE Givarini su solidarietà e volontariato internazionale

     

    dichiarazione: Responsabile Bolivia ProgettoMondo Mlal – socio FOCSIV, Aurelio Danna

    Dichiarazione sul volontariato e la cooperazione internazionale