• IPSIA

    IPSIA – Percorso laboratoriale di educazione alla cittadinanza globale: “Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo”

    Da giugno a novembre 2019 IPSIA propone un percorso di formazione “Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo” rivolto sia ai più giovani, sia ai formatori per  promuovere una diversa e più consapevole narrazione della cooperazione e delle questioni globali.

    Si tratta di un’iniziativa nazionale di Educazione alla Cittadinanza Globale finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo (AICS) e promossa da 29 organizzazioni della società civile italiane in 69 province di tutte e venti le regioni italiane, di cui OXFAM Italia è capofila e IPSIA partner.

    Il progetto è pensato per aumentare, negli studenti italiani (11-18 anni) e nei giovani la conoscenza sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e creare un maggior consenso sul ruolo e sull’importanza della cooperazione allo sviluppo per la risoluzione delle grandi questioni globali del nostro tempo, tra le quali nello specifico quelle connesse al fenomeno migratorio. Approfondire queste cause è rilevante per comprendere come, al di là di superficiali rappresentazioni che contrappongono rifugiati e migranti economici, anche una migrazione intrapresa per motivi non correlati a guerre e conflitti in corso sia, in moltissimi casi, forzata e non liberamente intrapresa.

    La povertà estrema, la crescente disuguaglianza e lo scarso accesso ai servizi sanitari ed educativi, l’impatto degli effetti dei cambiamenti climatici (siccità, desertificazione) sulla sicurezza alimentare e sulle opportunità di lavoro, reddito e sostentamento delle famiglie, la competizione per l’acqua e la terra (land e water grabbing): questi fattori impattano oggi gravemente la capacità delle persone di vivere, e spesso di sopravvivere nel proprio paese.

    La cooperazione allo sviluppo è uno degli strumenti fondamentali per contrastare tali fattori ed offrire alle persone più povere del pianeta opportunità di sviluppo locale e di una vita dignitosa nel proprio paese. Il percorso di educazione alla cittadinanza globale attraverso percorsi di educazione non formale intende sviluppare le competenze  imparando ad analizzare criticamente la complessità del fenomeno migratorio nel mondo globalizzato attraverso l’analisi delle fonti dell’informazione e la decostruzione di fake news e stereotipi;  pensando al proprio contesto locale con approccio empatico verso i bisogni e le aspirazioni altrui per formare opinioni personali frutto dell’esperienza e del dialogo;  agendo e cooperando fra giovani a livello locale, regionale e nazionale per far sentire la voce e la visione di futuro dei giovani nelle comunità e presso le istituzioni competenti per avere voce nella definizione delle strategie e delle priorità locali e nazionali di cooperazione allo sviluppo.

    Scarica qui la locandina

    Contatti

    Referente del progetto: sara.facciani@ipsia-acli.it

    Responsabile amministrativo: stefano.bravin@acli.it