• Progetto senza titolo (6)

    Progettare la Cooperazione Internazionale

    La cooperazione internazionale lavora soprattutto attraverso progetti, strutture complesse che se costruite su presupposti sbagliati, rischiano di non produrre alcun impatto positivo.
    Per questo motivo, avere solide competenze in progettazione è un requisito fondamentale per lavorare nella cooperazione internazionale.

    Obiettivi formativi e risultati attesi

    L’obiettivo formativo del corso è di mettere i partecipanti in grado di capire e applicare le fasi principali del ciclo di progetto e la logica del Result Based Management (RBM).

    Al termine del corso i partecipanti avranno acquisito:

    • Dimestichezza con le fasi principali del PCM (programmazione, identificazione, formulazione, e monitoraggio)
    • Dimestichezza con i relativi tool di gestione (stakeholder analysis, quadro logico, budget, etc.).

    Metodologia e articolazione del corso

    Il corso prevede 5 sessioni: la prima servirà per l’introduzione delle tematiche generali; le lezioni seguenti verranno aperte da una parte dialogica, partecipata, nella quale gli studenti presenteranno i loro dubbi e dove verranno discussi gli argomenti meno chiari della lezione precedente. La seconda parte della lezione vedrà l’introduzione della nuova tematica e la presentazione di un approfondimento. Sono previste tre esercitazioni individuali e un lavoro finale di gruppo.

    Il corso, articolato in 5 sessioni di 2 ore, si svolge in diretta audio-video online all’interno di un’aula virtuale. Tutto ciò di cui si ha bisogno per partecipare è un PC e una connessione; webcam e microfono non sono obbligatori, ma vivamente consigliati. Ogni sessione prevede la presenza del docente che, con l’ausilio di slide e altri materiali, condividerà informazioni, suggerimenti e buone pratiche; sarà sempre presente anche un facilitatore del team di Ong 2.0.

    Durante gli incontri si potrà interagire con il docente e gli altri partecipanti con domande e interventi come in una normale aula. Una community privata del corso online permetterà di continuare la discussione al di fuori delle sessioni in diretta.

    Tra una sessione e l’altra i partecipanti saranno invitati a svolgere delle esercitazioni per mettere in pratica ciò che si è imparato.

    Nel caso non si potesse essere presenti all’ora stabilita, tutte le sessioni sono registrate e possono essere seguite anche in differita.

    Al termine del corso completo, per tutti quelli che svolgeranno il test finale, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

     

    Scopri di più qui

    Il corso si pone all’interno del percorso Lavorare nella cooperazione internazionale, organizzato e promosso da Ong 2.0 in collaborazione con: Amici dei popoli, ACCRI, Celim, Cisv, COMI, Consoft sistemi, COPE, CVCS, Informatici senza frontiere, LVIA, Progetto mondo mlal, SAA e SIT.