• « Torna ai risultati

    AIFO – CONSULENTE ESPERTO IN SALUTE COMUNITARIA – MOZAMBICO

    Luogo di lavoro

    Estero

    Scadenza invio candidature: 30 ottobre 2019

    La ONG AIFO sta selezionando un/a Consulente Esperto/a in Salute Comunitaria da inserire nell’ambito della sua operatività in Mozambico. Scadenza candidature: 30 ottobre 2019.

    Ruolo: Consulente Esperto in Salute Comunitaria

    Sede di lavoro: Il Consulente internazionale lavorerà da remoto ed effettuerà missioni in loco di media durata.

    Zona intervento: Provincia di Cabo Delgado: Città di Montepuez/Distretto di Montepuez e Città di Balama/Distretto di Balama.

    Richiesta disponibilità: dal 1 novembre 2019

    Durata contratto: 12 mesi, rinnovabili. Durata progetto: 36 mesi.

    Progetto: I primi 1.000 giorni. Garantire servizi sanitari di qualità a mamme e bambini a Cabo Delgado – AID 011890/CUAMM/MOZ. Progetto finanziato AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo).

    Il progetto ha come obiettivo quello di contribuire ad aumentare accessibilità, qualità, utilizzo dei servizi di salute materno infantile (SMI) presso i Distretti di Montepuez e Balama attraverso:

    1) Il miglioramento della qualità dei servizi materno, neonatali e infantili erogati presso l’Ospedale di Montepuez;

    2) L’aumento delle conoscenze in ambito SMI e di conseguenza della domanda di servizi materno, neonatali e infantili da parte della comunità e delle donne beneficiarie nei distretti di Balama e Montepuez;

    3) Il miglioramento delle capacità delle autorità sanitarie provinciali e distrettuali di pianificare, gestire e monitorare servizi di salute materno infantile e neonatale, in particolare le emergenze ostetriche e neonatali.

    AIFO si occuperà del piano di sensibilizzazione e comunicazione in ambito materno infantile con focus sul gender empowerment. Sarà anche responsabile di realizzare uno studio diagnostico sui Comitati di Salute e, sulla base di questo, impostare un percorso formativo e di sostegno rivolto ai Comitati di Salute. Inoltre, garantirà assistenza tecnica al personale distrettuale e provinciale nella realizzazione di audit di morti materne e neonatali avvenute a livello comunitario e riportate a livello di centri di salute. Infine, collaborerà nella realizzazione di una baseline survey iniziale e una endline survey di tipo comunitario presso i Distretti di Balama e Montepuez con l’obiettivo di raccogliere dati utili sull’accesso ai servizi materno infantili da parte delle comunità.

    Partenariato: Medici con l’Africa CUAMM (Capofila), Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau AIFO (Co-esecutore); Direzione provinciale di Salute DPS (Controparte istituzionale); Fondazione Wiwanana (Partner locale); Centro per la Salute del Bambino Onlus CSB (Partner).

     

    Principali funzioni e responsabilità

    Assistenza tecnica alla Direzione Provinciale nell’ambito della pianificazione e monitoraggio delle attività di salute comunitaria, con focus sulla salute materno neonatale e infantile.

    Assistenza nell’organizzazione del piano di sensibilizzazione e comunicazione in ambito materno infantile e nella pianificazione dei suoi contenuti.

    Collaborazione nella definizione dei contenuti dei percorsi formativi e delle campagne di comunicazione.

    Requisiti di base

    Laurea specialistica in medicina, scienze cliniche e di comunità, sociologia della salute, psicologia clinica e promozione della salute, cooperazione internazionale allo sviluppo, diritti umani o altre aree correlate.

    Almeno 5 anni di esperienza come esperto in materia di Salute Comunitaria.

    Ottima conoscenza della lingua portoghese.

     

    Requisiti preferenziali

    Costituisce titolo preferenziale la conoscenza del territorio e delle istituzioni locali (precedente esperienza lavorativa in Mozambico).
    Contatti

    Inviare Lettera di Candidatura, CV e autorizzazione firmata al trattamento dei dati personali (D.Lgs 196/2003), specificando “Esperto in Salute Comunitaria Mozambico- N.103/2019”, a: cv@aifo.it

     

    Ci scusiamo anticipatamente, ma solo i candidati preselezionati verranno contattati per un colloquio. La selezione rispetta il principio delle pari opportunità (L. 903/77).