• Progetto senza titolo

    “Che non si perda la compassione”. 1° febbraio alla Fnsi

    FOCSIV aderisce all’iniziativa “Che non si perda la compassione” che si terrà oggi LLE 17:30 alla FNSI – Federazione Nazionale Stampa Italiana a Roma. All’incontro al quale parteciperà padre Antonio Spadaro direttore di Civiltà Cattolica si affronterà la questione, con alcuni giornalisti, della rete, web e social media, ricordando però che la prima rete è stata la Chiesa, ed interpretando potenzialità e sfide della comunicazione.

    Papa Francesco nel messaggio per le comunicazioni sociali diramato dalla Sala Stampa Vaticcana il 24 gennaio scorso ha affermato:

    ” [….] Non c’è più bisogno dell’avversario per auto-definirsi, perché lo sguardo di inclusione che impariamo da Cristo ci fa scoprire l’alterità in modo nuovo, come parte integrante e condizione della relazione e della prossimità. [….] Dio non è Solitudine, bensì è l’opposto, è Comunione; “è Amore, e perciò comunicazione, perché l’amore sempre comunica, anzi comunica sé stesso per incontrare l’altro. Per comunicare con noi e per comunicarsi a noi Dio si adatta al nostro linguaggio, stabilendo nella storia un vero e proprio dialogo con l’umanità (cfr Conc. Ecum. Vat. II, Cost. dogm. Dei Verbum, 2).”

    Il senso complessivo di questo messaggio interamente dedicato alla rete, web e social media, ricordando però che la prima rete è stata la Chiesa, interpreterà potenzialità e sfide della comunicazione d’oggi e sarà spiegato venerdì 1 febbraio alle 17,30 dal direttore della Civiltà Cattolica, padre Antonio Spadaro, alla Federazione Nazionale della Stampa Italia (Corso Vittorio Emanuele 349, ROMA)  per poi interloquirne con alcuni esponenti del giornalismo italiano.

    Per aderire inviare una mail a redazione@articolo21.info

    Hanno già aderito, oltre al presidente e al segretario della FNSI Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso e dell’Ucsi, Vania De Luca e Maurizio Di SchinoGuido D’Ubaldo, segretario dell’Ordine dei giornalisti, Paola Spadari, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Lazio, Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai, gli animatori di Articolo 21, Paolo Borrometi,  Elisa Marincola,  Stefano Corradino, Barbara Scaramucci e  Antonella NapoliMaria Lepri dell’Odg del Lazio, le giornaliste minacciate Federica Angeli e Graziella Di Mambro e

    Federica Angeli
    Lucia Annunziata
    Iacopo Augenti

    Alberto Bobbio
    Iside Castagnola
    Gianfranco Cattai

    Sergio Centofanti
    Angelo Chiorazzo
    Fabio Colagrande
    Valeria Covato
    Massimiliano Coccia
    Luciano Cozzolino
    Laura De Luca
    Antonio Di Bella
    Emma d’Aquino
    Marco Damilano
    Piero Damosso
    Maurizio Di Schino

    Enzo Fortunato
    Tiziana Ferrario
    Fausto Gasparroni
    Giulio Gambino
    Raffaele Genah
    Alma Grandin
    Désirée Klein
    Alessandro Iacovitti

    Luca Liverani
    Sara Lucaroni
    Riccardo Magnanelli

    Luca Mazzà
    Vittorio Morgante
    Roberto Natale

    Giuseppina Paterniti
    Camillo Ripamonti
    Vittorio Roidi
    Paolo Rodari
    Pino Scaccia

    Anna Scalfati
    Iacopo Scaramuzzi
    Nello Scavo
    Marino Sinibaldi
    Antonio Spadaro
    Annachiara Valle
    Paola Venanzi
    Laura Viggiano
    Vincenzo Vita

    Qui l’articolo dedicato all’iniziativa