• AOFEP, Marocco Errachidia _ oasi

    FOCSIV per la resilienza climatica: il progetto TERO

    Lo scorso 1 marzo si è avviato il progetto TEROTerritoires Engagés pour la Résilience des Oasis, che si propone di rafforzare la resilienza ai cambiamenti climatici delle comunità delle oasi in Marocco, Mauritania e Tunisia, attraverso il coinvolgimento di giovani volontari locali.

    Un impegno, quello dei volontari locali, che potrà essere rafforzato in futuro dal supporto di volontari internazionali, ospitati presso le organizzazioni partner.

    L’impegno di FOCSIV verso la cura del creato e la lotta al cambio climatico nei Paesi del Sud si arricchisce di nuovi contenuti grazie alla collaborazione nel progetto TERO, che ci offre l’opportunità di approfondire la conoscenza del “sistema oasi” e della loro importanza in termini di freno alla desertificazione, sicurezza alimentare, gestione sostenibile delle risorse e, quindi, modello di adattamento climatico.

    Logo TERO progettoIn collaborazione con il  coordinatore France Volontaires (Francia) e le associazioni AOFEP – Association Oasis Ferkla pour l’Environnement et le Patrimoine (Marocco), ASOC – Association de sauvegarde de l’oasis de Chenini (Tunisia), Association TENMIYA (Mauritania) e CARI – Centre d’actions et réalisations internationales (Francia), FOCSIV coordinerà la visibilità delle attività di formazione e mobilitazione sui territori, nonchè la campagna di sensibilizzazione sul tema del volontariato ambientale giovanile, sia al Sud che al Nord.

    Il progetto ha già mosso i suoi primi passi dal 21-23 Marzo ad Errachidia (Marocco) con il primo incontro dei partner per discutere di aspettative, obiettivi e aggiornare il piano delle attività.

    Nei due anni di durata, i partner si propongono di:

    • rafforzare le capacità delle organizzazioni del Maghreb coinvolte in merito alla capacità di mobilitare giovani volontari nelle loro attività e governance;
    • creare sinergie tra organizzazioni di giovani e organizzazione di protezione ambientale;
    • formare giovani volontari sulla prevenzione dei rischi legati al cambiamento climatico;
    • sensibilizzare le comunità di Marocco, Mauritania, Tunisia ed Europa sui mezzi di lotta al cambiamento climatico.

    Il progetto è finanziato nel quadro dell’iniziativa europea di volontariato in aiuto umanitario (Eu Aid Volunteers), un progetto di Capacity Building per rafforzare le competenze delle organizzazioni locali di Paesi Terzi in vista della possibilità di accogliere volontari internazionali (Junior e Senior) nelle proprie attività.

    Il logo del progetto è stato elaborato col supporto di AOFEP per rappresentare l’intero consortium dei partner in questa comune sfida verso la resilienza delle comunità di fronte al cambiamento climatico.

    Il progetto TERO si inserisce a supporto della più ampia attività della rete RADDO – Réseau Associatif de Développment Durable des Oasis, creata nel 2001 da CARI, che riunisce le organizzazioni attive nelle oasi di tutto il Maghreb per promuovere lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia delle oasi come patrimonio economico, ecologico, culturale e sociale dell’umanità.

    Per maggiori informazioni, segui:

    #act4oasis

    #tero

    #EuAidVolunteers