• CAPTOLO sei

    HIDROVÍA AMAZÓNICA E LAND GRABBING: ANALISI PREVIA DI UN CASO IN EVOLUZIONE

    Pubblichiamo oggi il sesto capitolo del rapporto 2019 “I padroni della terra“ in cui ci occupiamo di HIDROVÍA AMAZÓNICA e land grabbing, con l’analisi di un caso in evoluzione.

    Nei mesi scorsi sono stati pubblicati i precedenti capitoli ( vedi: primo, secondo, terzo, quarto e quinto)

    In questo capitolo si prende in considerazione in particolare la regione Amazzonica peruviana
    di Loreto, e si analizza il mega-progetto infrastrutturale denominato “Hidrovía Amazónica”,
    giungendo a spiegare come esso possa essere inserito in una logica di land grabbing.  Ci si sofferma non solo sulle conseguenze ambientali, ma anche su quelle socio-culturali, esaminando l’impatto che un tale progetto potrebbe avere sulle popolazioni native che vivono lungo i corsi dei fiumi interessati dalla costruzione dell’opera.

    È tuttavia necessario tenere a mente che si sta parlando di un progetto non ancora realizzato e che, di conseguenza, qualsiasi ipotesi sui potenziali effetti è per ora puramente teorica.

    L’inizio dei lavori di costruzione dell’Hidrovía è previsto per la fine del 2019. Fino ad allora, sarà impossibile prevedere con certezza quali impatti questo mega progetto avrà sul territorio amazzonico e sui corsi dei fiumi interessati. Ciò nonostante, gli interrogativi sulla validità e sostenibilità dell’opera sono molti ed è necessario continuare a porseli. Questo affinché il caso qui esposto, finora solo ipotetico, non si tramuti nell’ennesimo esempio negativo di sfruttamento di comunità indigene e di territori incontaminati ed ancestrali.

    SCARICA QUI IL SESTO CAPITOLO