• Progetto senza titolo (84)

    L’ impegno di IBO Italia a Parma per il COVID-19

    L’Emilia Romagna, regione nella quale è presente ed opera IBO Italia, è la seconda regione d’Italia piu’ colpita dal Covid19, secondo gli ultimi dati qui si calcola un totale di contagiati pari a oltre 10.000 persone e il numero è in crescita quotidiana. Molte di queste, quasi la metà circa 4.200, è a casa con sintomi lievi, ma in isolamento.

    IBO Italia è un’associazione che da oltre 60 anni è impegnata nella promozione del volontariato in Italia, Europa e resto del mondo, anche come socio FOCSIV, ed anche in questo momento sente il bisogno di rendersi utili alla collettività. Infatti, fin dalle prime ore si è messa in rete con le istituzioni e le realtà presenti sul territorio, come la ASL, ma anche i Centri del Volontariato (CSV),la Protezione Civile regionale e con altre realtà sociali territoriali cittadine e della provincia.

    L’impegno di IBO è rivolto: a supportare gli ospedali e le realtà sociali e religiose nella ricerca del personale medico e infermieristico sia che venga retribuito che sia come impegno volontario; alla ricerca di dispositivi per la protezione individuale, sia per il personale medico degli ospedali sia per  i volontari della Protezione Civile e delle  pubbliche assistenze; a segnalare tutti quei servizi regionali a domicilio per le persone in isolamento grazie anche al portale www.sportamiacasa.it.

     

    Su questo sito è possibile individuare le associazioni e le piccole realtà commerciali che offrono servizi a domicilio, realtà sociali che effettuano le consegne a casa di alimenti e  farmaci per chi è in isolamento oppure offrono un servizio di baby sitter ai figli del personale sanitario in servizio. Inoltre, per chi è interessato si può registrare come possibili volontari. Infine, sono altre due le mansioni che compie IBO Italia una è quella di reclutare i volontari per altre realtà sociali del territorio e l’altra, grazie ai propri volontari, si svolge il compito di baby sitter per i figli del personale sanitario in turno che non ha nessun ausilio familiare per la loro gestione.

     

    Per informazioni o per dare il proprio contributo è possibile scrivere a ermelinda.pittelli@iboitalia.org oppure chiamare al 377.9937529

    Per sostenere l’impegno di IBO Italia nell’emergenza Coronavorus https://donazioni.iboitalia.org/campaigns/emergenza-coronavirus-bisogno/