• Progetto senza titolo (14)

    Tavolata italiana senza muri: grazie a tutti partecipanti e volontari!

    Il 15 giugno in 23 città e località italiane, compresa Roma, oltre 5.000 persone e volontari si sono seduti alla stessa tavola per condividere un pasto, ma soprattutto un’idea: che in questo Paese nessuno è escluso. La condivisione, l’integrazione, l’inclusione e l’interazione come conseguenza di secoli di mescolanza fra culture, tradizioni, lingue, storie e cibi. A promuovere la Tavolata italiana senza muri 37 associazioni, federazioni e organizzazioni nazionali ed internazionali.

    A Roma oltre 1000 persone, abitanti e non residenti della Città eterna, si sono sedute ad una tavola lunga 270 metri con l’ausilio di  300 di volontari in Via della Conciliazione, nel tratto compreso tra via Traspontina e via Rusticucci.

    roma sito

    La Tavolata si è svolta nella stessa giornata in altre città e località italiane, con le stesse modalità organizzative, con l’ausilio dei volontari, molti del Masci e dell’Agesci, ed un obiettivo comune: quello di sensibilizzare l’opinione pubblica che non tutti i cittadini sono dalla parte dell’esclusione, ma anzi molti sono a favore del dialogo e della solidarietà.

    Lo scorso anno abbiamo lanciato questa iniziativa e oggi siamo in 5000 persone a tavola in tutta Italia per dire che vogliamo camminare insieme nessuno esclusoGianfranco Cattai, presidente FOCSIV.

    La Tavolata svoltasi a Roma è alla seconda edizione “Mi piace pensare che la prima edizione dell’anno scorso sia stata un seme che sta cominciando a dare i primi frutti. Frutti che ci parlano di solidarietà, accoglienza, convivenza pacifica e arricchente per un’intera comunità” – Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio I.

    Trovarsi a tavola insieme per condividere un pasto, nei luoghi significativi della nostra bella nazione, per scoprire nel volto dell’altro il nostro, ci sembra una delle più belle forme di comunicazione e di testimonianza, che si possano dare sui temi dell’accoglienza“, sottolinea Sonia Mondin, presidente dell’associazione Masci.

    Rivivi con noi questa giornata dedicata all’inclusione e all’integrazione: