• welcome

    WELCOMING EUROPE. FIRMIAMO E PARTECIPIAMO PER UN’EUROPA CHE ACCOGLIE

    E’ stata presentata il 19 aprile a Roma, presso Palazzo Madama, l’iniziativa dei cittadini europei (ICE) per chiedere una nuova normativa europea sulla gestione dei flussi migratori e sull’accoglienza.

    L’iniziativa “Welcoming Europe. Per un’ Europa che accoglie” si pone tre obiettivi principali: decriminalizzare la solidarietà dei cittadini europei che assistono i migranti, aumentare i corridoi umanitari per  i rifugiati, proteggere le vittime di abusi. La proposta è stata approvata dalla Commissione europea a febbraio 2018 ed entro un anno dovranno essere raccolte un milione di firme in almeno 7 paesi membri.

    In un contesto europeo e nazionale in cui sono numerosi i fallimenti delle istituzioni e dei governi nella gestione dei flussi migratori, la società civile chiede alla Commissione un maggiore impegno attraverso la revisione delle attuali normative, promuovendo la cultura di un’Europa che accoglie e non respinge.

    Nello specifico, #WelcomingEuropesi propone di:

    • Decriminalizzare il reato di solidarietà, riformando la direttiva c.d. “facilitazioni” 2002/90/CE al fine di impedire che gli atti umanitari da parte di volontari e attivisti verso i migranti che sbarcano sulle nostre coste vengano criminalizzati.
    • Creare corridoi umanitari e canali sicuri per il transito e l’accoglienza di migranti e rifugiati, aumentando i programmi di sponsorship privati rivolti a rifugiati, seguendo il modello canadese. Questo obiettivo sarebbe raggiunto attraverso una modifica del regolamento europeo n.516/2014, incrementando i fondi e modificando il sistema di finanziamento, dando la possibilità ad attori privati della società civile di fare da sponsor per l’ingresso in Europa di rifugiati.
    • Proteggere le vittime di abusi e di tratta, rafforzando i meccanismi di tutela e denuncia, in particolare lungo le frontiere esterne. La campagna mira inoltre ad introdurre canali di accesso al mondo del lavoro anche non qualificato, a livello europeo.

    La campagna #WelcomingEurope sarà lanciata in Italia nelle prossime settimane e si potrà aderire direttamente dal sito. Tra le organizzazioni che hanno deciso di promuovere la campagna: Radicali Italiani, Legambiente, FCEI,Cnca, Fondazione Casa della Carità, Oxfam, ActionAid, AOI,Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione e lo Svilippo, Comitato Verità e Giustizia per i Nuovi Desaparecidos del Mediterraneo, A Buon Diritto, Acli, Arci, Baobab Experience, CILD.

    Focsiv ha aderito all’iniziativa e invita tutti i suoi soci membri a fare altrettanto attivandosi per coinvolgere i cittadini italiani nella firma dell’Iniziativa.

    Alla conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, Emma Bonino, senatrice di + Europa, Chiara Favilli, università di Firenze, Giorgina Sayegh, rifugiata siriana arrivata in Italia tramite i corridoi umanitari creati dalla Comunità Sant’Egidio, dalla CEI e dalla Federazione delle Chiese Evangeliche d’Italia.

    Occorre fermare la deriva verso l’istituzione del reato di solidarietà, in un momento storico in cui le politiche volte al respingimento dei flussi migratori si stanno consolidando sempre di più nel vecchio continente. Accoglienza e solidarietà tra popoli sono i valori che da sempre orientano il lavoro della Focsiv, impegnata alla costruzione di società giuste e integrate.