• « Torna ai risultati

    Progetto senza titolo (1)

    Estate 2019: giovani e volontariato tra i migranti

    Area geografica

    Paese

    Durata

    meno di 1 mese

    Tipo di programma

    Volontariato Italia

    Ambito di attività

    Vario

    Stato del bando

    Aperto

    Via Scalabrini 3 (VS3) è il programma di Animazione Giovanile Interculturale dei Missionari Scalabriniani in Europa. Nel clima sociale marcato pesantemente dal populismo e dalla continua ricerca di capri espiatori tra i soggetti spesso più vulnerabili, il team multietnico di pastorale giovanile ha messo a punto  per lestate 2019 varie possibilità per i giovani che cercano momenti di condivisione con migranti e rifugiati. 

    Tessere con pazienza e creatività reti tra il mondo dei migranti e le nuove generazioni: è questa l’animazione giovanile scalabriniana basata sulla logica dell’incontro, tema scalabriniano per il 2019, del servizio, nella prospettiva di una reale convivialità delle differenze. La vision del programma denominato Via Scalabrini 3 (https://viascalabrini3.com), in comunione con l’Agenzia per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS Onlus, http://www.ascsonlus.org), è riassunta in poche battute dal responsabile, P. Jonas Donazzolo“Crediamo in un mondo con più ponti e meno muri. L’ispirazione è arrivata nel 2014 proprio da Papa Francesco, quando ci invitava a diffondere sempre più «una cultura dell’incontro, capace di far cadere tutti i muri che ancora dividono il mondo. Dove c’è un muro c’è chiusura di cuore. Servono ponti, non muri!» (Roma, 9.11.2014)”. 

    Di fronte alle recenti derive populiste, ingigantite da un clima di perenne campagna elettorale, P. Donassollo oppone l’incontro e il dialogo come “cibo quotidiano”, vista la internazionalità dei giovani contattati e dei diretti collaboratori, uno dei quali proviene ad esempio dal Brasile, ed insiste che “l’azione concreta tra e con i giovani e i migranti è un accompagnamento affinché essi diventino, gli uni insieme agli altri, gli ideatori e i principali costruttori di una società che viva concretamente tale cultura dell’incontro. Come? Da parte loro accogliendo, apprezzando e integrandosi con le diversità culturali che inevitabilmente incrociano, mentre da parte di noi animatori  creando gli spazi e le occasioni dove mettere a frutto l’energia delle loro convinzioni”. 

    Le principali proposte per l’estate 2019, attive sul territorio nazionale, si svolgeranno concretamente a Genova e in provincia di Foggia:

    – Una Casa Lontano da Casa: Una settimana a Genova per incontrare, in porto, i marittimi e per conoscere la realtà migratoria della città. (info: https://urly.it/31hj1)

    – Io Ci Sto: un campo di incontro, condivisione e servizio tra volontari, migranti e la comunità locale nella provincia di Foggia per abbattere i pregiudizi, contrastare lo sfruttamento e promuovere l’integrazione. (info: https://wp.me/p5bQYL-17u)