• lavorare nella coop

    FORMAZIONE ONLINE: “LAVORARE NELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE”

    Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dalla progettazione all’approccio di genere fino alle attività di monitoring and evaluation livello base e avanzatopiù un nuovo modulo dedicato alla Theory of Change e un workshop pratico dedicato a chi vuole iniziare a fare il mestiere del cooperante, con la possibilità di colloqui individuali.

    Continua a leggere

  • pc

    ONG 2.0 – CORSO AVANZATO DI FUNDRAISING PER IL NON PROFIT

    Dopo il corso base di Fundraising per il non profit Ong 2.0 propone per uno step successivo il corso avanzato. Si tratta di tre incontri durante i quali si lavorerà passo passo alla strutturazione di una campagna online di grande impatto, definendo la strategia più adatta e usando al meglio gli strumenti a disposizione sul web per comunicare e coinvolgere potenziali donatori.

    Continua a leggere

  • corso fundraising3

    ONG 2.0: FUNDRAISING PER IL NON PROFIT – CORSO BASE

    “Fare fundraising vuol dire creare relazioni, coinvolgere e appassionare altri – persone, aziende, fondazioni – alla propria causa”Vuol dire avviare un processo in grado di coinvolgere risorse su una causa sociale definita. E’ questo l’obiettivo formativo del corso base “Fundraising per il non profit” organizzato da Ong 2.0.

    Continua a leggere

  • appr

    COOPERAZIONE INTERNAZIONALE: CORSO PER UN APPROCCIO DI GENERE

    Competenze e capacità specifiche per l’applicazione dell’approccio di genere rappresentano oggi un requisito indispensabile nel settore della cooperazione internazionale nei suoi diversi ambiti.

    Continua a leggere

  • Untitled design (46)

    FREE WEBINAR, DIGITAL TRANSFORMATION: COME CAMBIERA’ LA NOSTRA VITA

  • riskmanagementt

    Risk Management: lavorare in Paesi a rischio, analisi e strumenti

    Il risk management, ovvero sicurezza del personale e la gestione  del rischio, sono ormai temi prioritari per le Ong. Il modulo propone codici di sicurezza utili a minimizzare il rischio per il personale in aree di crisi e in contesti di conflitto armato.

    Il corso si pone all’interno del percorso Lavorare nella cooperazione internazionale, organizzato e promosso da Ong 2.0 in collaborazione con la Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo (Spices) di FOCSIV e Social Innovation Teams (SIT). Il corso si svolgerà dal 24 ottobre al 28 novembre 2018, è previsto uno sconto  del 10% per gli iscritti alla newsletter di FOCSIV per cui il costo passa da 180 a 162 euro. Iscriviti qui 

    Obiettivo formativo e risultato finale

    • Acquisire le conoscenze di base sulla gestione del rischio negli interventi di cooperazione internazionale in contesti a rischio;
    • Capacità di impostare un documento di analisi dei rischi di un contesto specifico;
    • Acquisire conoscenze degli strumenti di base per la mitigazione dei rischi;
    • Conoscere i principali strumenti di gestione efficace dei conflitti;
    • Riflettere sui concetti di mediazione e negoziazione;
    • Conoscere e saper applicare strumenti di intelligenza emotiva e comunicazione efficace applicati alla gestione del conflitto.

    Metodologia e articolazione del corso

    Il corso si svolge online, all’interno di un’aula virtuale. Tutto quello di cui si ha bisogno per partecipare è un pc e una connessione; webcam e microfono non sono obbligatori, ma vivamente consigliati. Ogni sessione prevede la presenza della docente che, con l’ausilio di slide e altri materiali, condividerà informazioni, suggerimenti e best practice; sarà sempre presente anche un facilitatore del team di Ong 2.0.

    Durante gli incontri si potrà interagire con la docente e gli altri partecipanti con domande e interventi. Una community privata del corso online permetterà di continuare la discussione al di fuori delle sessioni in diretta.

    Tra una sessione e l’altra i partecipanti saranno invitati a svolgere un’esercitazione per mettere in pratica ciò che si è imparato.

    Nel caso non si potesse essere presenti all’ora stabilita, tutte le sessioni sono registrate e possono essere seguite anche in differita.

    Al termine del corso completo, per tutti quelli che svolgeranno il test finale verrà rilasciato su richiesta un attestato di partecipazione.

    Programma del corso

    I sessione: mercoledì 24 ottobre 2018 h 18.00 – 20.00

    La Valutazione del rischio
    • Introduzione sulla sicurezza e la gestione del rischio nel lavoro in contesti difficili
    • La valutazione del rischio – strumenti per identificare minacce e vulnerabilità
    • La valutazione del rischio – simulazione

    II sessione: mercoledì 31 ottobre 2018 h 18.00 – 20.00 

    Le misure per mitigare i rischi
    • La valutazione del rischio – discussione esercizio
    • Mitigazione del rischio

    III sessione: mercoledì 7 novembre 2018 h 18.00 – 20.00

    Le misure per mitigare i rischi
    • L’elaborazione di misure per mitigare il rischio – simulazione “Mitigation Measures’ Matrix”
    • Discussione esercizio
    • Standard Operating Procedures e Contingency planning

    IV sessione: mercoledì 14 novembre 2018 h 18.00 – 20.00

    Safety and security skills – come affrontare alcuni dei rischi più comuni
    • La gestione degli incidenti di sicurezza
    • L’organizzazione degli spostamenti
    • Prepararsi a partire

    V sessione: mercoledì 21 novembre 2018 h 18.00 – 20.00

    La gestione dei conflitti in contesti interculturali: riconoscere e saper gestire i conflitti
    • Identità e cultura/culture
    • Riconoscimento e gestione dei conflitti come approccio al risk management
    • Come reagiamo al conflitto in situazione di crisi e pericolo: mediazione ed approccio “win-win” nella gestione di se stessi e dello staff

    VI sessione: mercoledì 28 novembre 2018 h 18.00 – 20.00

    Strumenti di gestione del conflitto: mediazione, negoziazione e intelligenza emotiva
    • Teoria e tecnica della comunicazione efficace in ambito interculturale.
    • La negoziazione efficace e l’intelligenza  emotiva
    • Focus: Mindfulness e benessere come chiavi della gestione della relazione e del conflitto