• news

    IL SINODO E LA TENDA DELL’ AMAZZONIA, CASA COMUNE

    Era l’ottobre del 2017 quando Papa Francesco, a latere della canonizzazione dei protomartiri brasiliani Cunhaú e Uruaçú e di tre adolescenti indigeni  messicani anch’essi martirizzati, annunciò per la prima volta l’intenzione di tenere a Roma il Sinodo dell’Amazzonia. Motivo di questo importante appuntamento per la Chiesa di Roma e per i popoli indigeni della più grande foresta del mondo, secondo le parole del Santo Padre era “trovare nuovi cammini di evangelizzazione per quella porzione del Popolo di Dio, soprattutto gli indigeni, troppo spesso dimenticati e privi di prospettive di un futuro sereno, anche a causa della crisi della foresta amazzonica, polmone di fondamentale importanza per l’intero nostro Pianeta”.

    Continua a leggere